Matias Vecino può partire nel mercato di gennaio, anzi se si fa avanti qualche pretendente in modo serio, il centrocampista nerazzurro lascerà l'Inter. Per volontà soprattutto di Antonio Conte, che ha escluso il giocatore dall'attuale progetto tecnico anche se nella prima parte della stagione aveva contribuito all'attuale posizione in classifica della squadra. Una involuzione di Vecino che non solo non è stato quasi più utilizzato malgrado i problemi in mediana con i tanti infortunati ma che adesso non è nemmeno convocato, come è successo a Lecce, nell'ultima gara di campionato.

Esclusione tecnica e comportamentale

Una scelta tecnica ma anche comportamentale. Anche se non fuoriesce nulla dallo spogliatoio nerazzurro sembrerebbe che alcuni atteggiamenti del giocatore non siano stati particolarmente graditi da tecnico e dirigenza, così da portare sul mercato un giocatore che sulla carta potrebbe avere anche un buon mercato. Non è un mistero che l'Inter a gennaio voglia fare cassa per provare a puntare, anche nell'ultimo giorno disponibile, ad un big: più Eriksen che Vidal, stando alle ultime di mercato.

Le pretendenti, dall'Everton al Siviglia

La partenza oramai certa di Gabigol per il quale si sta chiudendo con il Flamengo, potrebbe portare in cassa circa 20-25 milioni di euro, ma potrebbero anche non bastare per autofinanziarsi nel calciomercato invernale. L’uruguaiano è sul mercato e l’Everton di Carlo Ancelotti si è informato sulla sua situazione, così come il Manchester United. La soluzione ideale per l'Inter, però, potrebbe arrivare da un club spagnolo, il Siviglia, che si sta muovendo sul centrocampista.

Chi potrebbe arrivare

Se Vecino dovesse partire, a quel punto l’Inter valuterà se regalare a Conte anche un altro centrocampista o, quasi certamente, un nuovo giocatore da inserire in rosa. Più lontano Vidal, c'è sempre massima attenzione su Eriksen del Tottenham ma anche Giroud è una pista che appare al capolinea positivo. I soldi provenienti dalla cessione dell'urugaiano faciliterebbero tutto.