Alla fine Luca Gotti ha detto sì. L'ex vice di Donadoni e Sarri sembrava voler tornare a fare il vice-allenatore dell'Udinese, ma il direttore generale del club friulano Pierpaolo Marino parlando con il canale tematico del club ha detto che Gotti ha accettato la proposta del club che gli aveva chiesto di dirigere da capo-allenatore la squadra anche nel match con la Sampdoria, che si disputerà alla ripresa del campionato.

Marino conferma Gotti sulla panchina dell'Udinese

Molti si sono dimenticati che l’obiettivo di inizio stagione era quello di fare un campionato tranquillo e la squadra sta mantenendo le aspettative, dato che ha sempre viaggiato in zone tranquille di classifica. Poi in due partite abbiamo subito 11 gol e certi equilibri si sono rotti improvvisamente. Abbiamo così deciso di affidarci a un professionista serio e preparato come Luca Gotti. Noi siamo curiosi di vedere evolversi questa empatia fra Gotti e il gruppo. Stamattina gli abbiamo chiesto di guidare la squadra anche contro la Sampdoria e ci ha dato la sua completa disponibilità. Abbiamo interpellato alcuni allenatori, ma siamo dell'idea che l'equilibrio attuale della squadra vada mantenuto e, dunque, riteniamo che affidarci a Gotti sia stata una scelta assolutamente ponderata.

Luca Gotti promosso allenatore dell'Udinese

Il capo allenatore lo aveva già fatto a inizio carriera e poi oltre dieci anni fa in Serie B, poi era entrato nello staff tecnico di Donadoni che lo ha avuto con sé al Parma e al Bologna, lo scorso anno con Zola è stato uno dei vice di Sarri al Chelsea. Gotti la scorsa estate è passato all'Udinese che lo ha promosso dopo l'esonero di Tudor. Tutta la squadra ha votato compatta per Gotti, che ha ottenuto quattro punti in due partite: vittorie per 3-1 in casa del Genoa e pari interno per 0-0 con la Spal. L'Udinese continua con Gotti che contro la Sampdoria si gioca forse la conferma ufficiale. Le alternative sono rappresentate da Zenga, Ballardini e Moreno Longo.