Se non fosse inciampata in un pareggio contro l'ottimo Verona di Juric nel recupero giocato la scorsa settimana, la Lazio sarebbe attualmente al primo posto in Serie A dopo 23 giornate di campionato. E ci sarebbe poco da obiettare, perché i biancocelesti sono al vertice della classifica – un punto dietro Inter e Juventus – con pieno merito. Quello che fino a qualche settimana fa poteva sembrare un exploit estemporaneo sta assumendo i contorni sempre più definiti di un vero e proprio assalto al potere. La Lazio è in piena corsa Scudetto e vuole rimanerci fino alla fine.

La squadra di Simone Inzaghi ha già dimostrato di avere le carte in regola per poter restare in corsa per il titolo con Inter e Juventus. E' solida, organizzata e continua. Ha perso appena due partite nelle 23 giornate finora disputate (meno persino della Juventus). Nelle ultime settimane ha trovato anche soluzioni offensive alternative ad Immobile e altre ancora ne ha a disposizione: ora è il momento di Caicedo, magari arriveranno quelli di Correa e Milinkovic-Savic. Insomma, la Lazio c'è e non va considerata un gradino sotto Inter e Juventus anche a fronte del minimo svantaggio in classifica.

Il calendario favorevole della Lazio

La Lazio può vantare addirittura una condizione maggiormente favorevole rispetto a Inter e Juventus in relazione al calendario. I biancocelesti, loro malgrado, sono stati eliminati nella fase a gironi di Europa League e sono usciti dalla Coppa Italia nel quarto di finale contro il Napoli. L'altro lato della medaglia di una gestione rivedibile degli impegni di coppa è un calendario nettamente più scarico rispetto a quello delle dirette rivali nella corsa Scudetto. Nel solo prossimo mese – senza considerare i possibili ulteriori impegni in Europa – Inter e Juve giocheranno quattro partite in più rispetto ai biancocelesti. La Lazio, da qui a fine stagione, avrà da giocare ‘solo' le 15 partite di campionato, puntando a vincerle tutte. Come se fossero finali. A partire dallo scontro diretto con l'Inter in programma domenica sera all'Olimpico.