Dagli altari alle polveri. Il Tottenham, un po' a sorpresa, ha esonerato Pochettino. Il tecnico argentino meno di sei mesi fa ha guidato gli Spurs nella finale di Champions League, oggi è stato licenziato. Da settimane l'allenatore traballava, ma gli Spurs sembravano intenzionati a voler cambiare solo al termine della stagione, e invece il il club londinese ha deciso di affrettare i tempi. Tra i papabili per la successione c'è anche Max Allegri.

Pochettino e il Tottenham

Con Pochettino in panchina il Tottenham ha fatto un salto di qualità impressionante, nelle ultime stagioni si è qualificato regolarmente per la Champions League. Nel 2016 contese il titolo al Leicester, poi nel finale crollò e chiuse terzo. L'allenatore argentino è stato bravissimo anche nell'allevare dei ragazzi che sono diventati dei giocatori di prima fascia, uno su tutti Harry Kane, ma si possono citare anche Eriksen, Alli, Dier, Trippier e anche il giovane Winks che ha conquistato il posto nella nazionale inglese. In questa sua era da tecnico degli Spurs Pochettino non è però mai riuscito a vincere un trofeo. Nella scorsa stagione eliminò City e Ajax e a Madrid disputò la finale di Champions League, persa 2-0 con il Liverpool di Klopp.

Dal ko con l'Oxford ai 7 gol subiti con il Bayern, il disastroso inizio di stagione

I risultati splendidi del passato non contano più e Pochettino paga a caro prezzo quest'avvio di stagione disastroso. Il Tottenham è stato eliminato dall'Oxford, una squadra di quarta serie, in Coppa di Lega, è lontanissimo non solo dal Liverpool capolista in Premier ma anche dal quarto posto – gli Spurs hanno solo 14 punti e sono 14esimi, a -11 dal City quarto. E in Champions, anche se la qualificazione agli ottavi è blindata, è arrivata una figuraccia storica, perché lo scorso 1° ottobre il Tottenham perse 7-2 con il Bayern, in casa.

Chi sostituirà Pochettino

Ora si fanno già tanti nomi. Il Tottenham per la prossima sfida di Premier League potrebbe decidere di puntare su un uomo della società, mentre andrà a caccia del successore vero di Pochettino. Nelle ultime settimane sono stati accostati al Tottenham i nomi di Allegri, che è libero, e di Ancelotti, che invece allena il Napoli. Ma secondo le ultime notizie salgono le quotazioni di José Mourinho, che vuole tornare ad allenare e vuole farlo in Premier League.