Toro scatenato. Il ‘toro' – come lo chiamato i tifosi – è Lautaro Martinez che, schierato da unica punta nell'Argentina che ha travolto per 4-0 il Messico in amichevole, ha realizzato una tripletta in 45 minuti (il quarto gol porta la firma di Paredes). Devastante nel primo tempo, la punta dell'Inter s'è presa la scena (approfittando delle assenze di Messi, Di Maria, Agüero e Gonzalo Higuain) e ha oscurato Paulo Dybala è entrato al 46′ al suo posto ma senza lasciare traccia di sé. Gongola Antonio Conte: alla ripresa del campionato (sabato sera contro l'Udinese) ritrova un attaccante in forma e col morale alle stelle, abbastanza da tentare il filotto di tre vittorie consecutive. Tre gol, tre successi… il numero perfetto in questa fase della stagione

Non tutti i giorni si segnano tre gol con questa maglia – ha ammesso Lautaro a fine match -. Giocare con la nazionale non è mai facile, c'è tanta concorrenza. Spero di continuare su questi livelli.

Brasile battuto dal Perù nel finale, Neymar fa solo passerella

Ederson commette un errore imperdonabile, Abram ringrazia e trafigge il Brasile all'84°. È la sintesi dell'amichevole della Seleçao contro il Perù con Neymar in campo solo nella mezzora finale. Da lui ci si attendeva qualcosa in più ma la sua stella ha smesso di brillare da tempo. Magari riprenderà a farlo a Parigi dopo un'estate burrascosa e sirene di mercato che lo avrebbero voluto in Spagna: lui avrebbe preferito Barcellona ma il Real era una grande tentazione. Quanto alla partita, il maggiore demerito dei verde-oro è non aver segnato nonostante il buon gioco prodotto.

Uruguay senza Cavani e Suarez, brilla il 19enne Rodriguez

Senza Suarez e Cavani in attacco l'Uruguay ha le polveri bagnate. Tabarez fa esperimenti e contro gli Usa (1-1) testa pedine da inserire nello scacchiere tattico della Celeste. Prova positiva, riscontri incoraggianti: la rete del 19enne Brian Rodriguez (gioca nella Major League con il Los Angeles Fc) è nota lieta così come la conferma dell'affidabilità garantita da ‘senatori quali Caceres, Vecino, Bentancur e Nandez.

Pareggio anche tra Colombia e Venezuela, Cile ko

La coppia Muriel-Zapata non riesce a garantire la vittoria alla Colombia contro il Venezuela. Ma è tutta la nazionale dei Cafeteros che interpreta la sfida senza le giuste motivazioni. Ne scaturisce un pareggio senza infamia e senza lode che scollina tra una giornata e l'altra di campionato con vista sulla Champions (l'Atalanta dei sudamericani debutterà a Zagabria contro la Dinamo). Sconfitta per il Cile privo di molti titolari, la Roja delle Ande per 2-1 contro l'Honduras.