Adesso è arrivata anche l'ufficialità: Thiago Motta è il nuovo allenatore del Genoa, come comunicato dalla società ligure in serata. L'ex centrocampista del Grifone (vi ha giocato nella stagione 2008/2009) è stato scelto dal presidente Enrico Preziosi per sostituire l'esonerato Aurelio Andreazzoli, sollevato dall'incarico dopo la pesante sconfitta (5-1) subita nell'ultimo turno di campionato a Parma. Una vittoria, due pareggi e cinque ko fotografano il trend di rendimento estremamente negativo che ha precipitato i liguri al penultimo posto in classifica.

Pendenza massima, rende più difficile la risalita ma – almeno per adesso – i numeri e i distacchi in graduatoria rendono possibile l'impresa salvezza. Motta, ex calciatore dell'Inter e di recente allenatore dell'Under 19 del Psg (di cui ha anche indossato la maglia), ha già diretto la ripresa odierna degli allenamenti al centro sportivo Signorini. Il primo impegno ufficiale da tecnico dei rossoblù sarà il 26 ottobre prossimo: debutto a Marassi contro il Brescia nel posticipo delle 20.45.

Primo incarico da allenatore professionista. Per Thiago Motta – che in carriera ha anche vestito la maglia del Barcellona per 147 partite – si tratta anche del primo incarico in panchina da professionista dopo avere appeso le scarpette al chiodo nell'estate del 2018 dopo aver disputato 231 incontri tra le fila del Paris Saint-Germain. Marassi è stata anche un po' casa sua sia pure per un breve periodo prima che José Mourinho ne segnasse il nome sulla lista della spesa per averlo come pedina del suo centrocampo. Passò all'Inter assieme a quello che sarebbe stato un altro protagonista della formazione nerazzurra che avrebbe poi centrato uno storico triplete: l'attaccante Diego Milito. Nella carriera del neo allenatore del Genoa ci sono anche 30 convocazioni e un gol tra le fila della Nazionale italiana.