La finale della Supercoppa di Spagna 2019 con il nuovo format vedrà di fronte Real Madrid e Atlético Madrid e sarà la seconda volta che a contendersi il trofeo saranno le due squadre più importanti di Madrid. Nel 2014 i blancos erano i detentori della Copa del Rey e i colchoneros freschi vincitori della Liga e a spuntarla fu la squadra di Diego Pablo Simeone grazie ad un gol di Mario Mandzukic. Dopo sei anni Real e Atletico si troveranno di fronte a Jeddah nell’ultimo match della "Final Four" dopo la vittoria ottenuta dai ragazzi di Zinedine Zidane contro il Valencia e la rimonta nel finale dei roijblancos contro il Barcellona.

La firma di Mandzukic sulla Supecoppa del 2014

Nel 2014 il Real Madrid era allenato da Ancelotti e aveva battuto l'Atlético per 4 a 1 nella finale di Champions League dopo che Sergio Ramos aveva portato ai supplementari una gara che sembrava chiusa. Nell'undici del Real ci sono ancora cinque i rappresentanti di quella squadra (Ramos, Carvajal, Marcelo, Kroos e Modric), senza contare gli assenti Bale e Benzema; mentre dell'Atléti sono rimasti solo Koke e Saúl, oltre a Simeone.

In un doppio scontro ravvicinato, giocato tra 19 e 22 agosto, James Rodriguez aprì il match d’andata con un gol all 81’ ma il pareggio di Raúl García nel finale lasciò aperto ogni discorso per il ritorno al Vicente Calderón. Nel tempio storico rojiblanco l’Atlético Madrid partì fortissimo e dopo pochi minuti era già in vantaggio con Mario Mandzukic. L’attaccante croato raccolse una spizzata di testa di Antoine Griezmann su una palla lunga palla e freddò Casillas con un gran tiro di destro. Dopo il vantaggio gli uomini del Cholo hanno gestito il match grazie ad fase difensiva impeccabile e alle sontuose prestazioni di Godín e Miranda.

Pochi mesi dopo la finale di Champions League l’Atletico si prese la rivincita sulla partita di Lisbona ma la ferita per quella coppa mancata per un soffio non si è mai rimarginata del tutto. In Arabia Saudita ci sarà il secondo round in Supercoppa di Spagna e la pagina di questa lunghissima storia è pronta per esser scritta. Ancora una volta.