Il Real Madrid ha alzato bandiera bianca contro i terribili ragazzi dell'Ajax che hanno spazzato via i Campioni d'Europa in carica con un 4-1 d'altri tempi al Bernabeu. Una lezione alla squadra di Solari che ha fatto sprofondare nell'abisso i sogni di gloria di milioni di fan della Casa Blanca, ridimensionata in ogni competizione, in una stagione in cui resterà ‘senza tituli‘.

L'uscita dalla Champions ha posto la parola fine sull'avventura di Solari, già claudicante per le frizioni interne, una gestione dello spogliatoio a dir poco approssimativa e tanti big che chiedono di essere ceduti, mettendo in difficoltà Florentino Perez che rischia di svendere pezzi pregiati a giugno. In ultimo, ma non ultimo, la beffa oltre il danno con lo scherno dei rivali di sempre, il Barcellona che sorride per l'umiliazione sportiva delle merengues. 

Il sarcasmo azulgrana sui social

A fare da apripista allo scherno dopo l'eliminazione imbarazzante in Champions League è stato Luis Suarez. L'ex attaccante del Liverpool ha preso in giro il Real Madrid su Twitter dopo la fine della partita sottolineando la sconfitta 4-1 del Real Madrid con l'Ajax. la squadra con cui ha giocato prima di trasferirsi ad Anfield. Suarez ha twittato applaudendo il club olandese, scrivendo: "Congratulazioni, sono sempre stato un fan dell'Ajax".

L'attaccante non è stato l'unica stella del Barcellona a commentare la sconfitta: anche l'ex capitano del club catalano, Carlos Puyol ha pubblicato: "OMG", accanto alle emoji del volto celebrativo e scioccato dopo la partita.

La partita

L'Ajax ha stordito i giganti spagnoli dal primo all'ultimo minuto, battendoli 4-1 per vincere il 5-3 complessivo (ribaltando la sconfitta dell'andata per 2-1 in Olanda). La vittoria ha qualificato l'Ajax ai quarti di finale della Champions League per la prima volta dal 2003. È stata anche la prima volta che la squadra di Amsterdam ha vinto un pareggio a eliminazione diretta della Champions League in 22 anni.