Luis Suarez contro il Valencia ha segnato i primi gol della stagione 2019-2020. L'uruguagio l'aveva iniziata male, con un infortunio muscolare nella gara d'esordio contro l'Athletic Bilbao (persa dal Barcellona per 1-0). Dopo aver realizzato il gol del, momentaneo, 4-1 il bomber ha dedicato la marcatura a Xana, la figlia di Luis Enrique, scomparsa poche settimane fa ad appena 9 anni.

La dedica di Luis Suarez a Xana

La morte della piccola Xana è stata una notizia tremenda per tutti, è così quando un bimbo perde la vita. Ovviamente a Barcellona però il dolore è stato maggiore. Luis Enrique ha guidato il club per tre anni, ha lasciato un buon ricordo e tanti amici. Suarez conosceva bene la piccola che era compagna di scuola del suo primo figlio, Delfi, e dopo aver realizzato il primo gol della sua nuova stagione con le dita ha formato una ‘X', che indicava proprio Xana. Una bella dedica.

Barcellona-Valencia 5-2

Suarez si è preso così una parte della scena. Perché la stella del match con il Valencia è stata Ansu Fati, giocatore nato nel 2003, che a 16 anni e 318 giorni ha battuto già due record di Leo Messi. Il baby talento della Guinea Bissau ha segnato dopo un minuto e al settimo ha servito un assist all'olandese de Jong. Suarez, nel secondo tempo, ha battuto poi due volte l'ex compagno Cillessen, che è passato in estate dal Barcellona al Valencia, e ha reso rotondo il successo della squadra di Valverde. Un successo importante questo per i catalani che fino a ieri avevano vinto solo una volte nelle prime tre giornate, curiosamente sempre con il punteggio di 5-2 (quella volta al Betis). La difesa non è stata ancora registrata, ma il gap con le rivali di sempre è esiguo. Il Real Madrid ha un punto in più, l'Atletico invece dopo la sconfitta con la Real Sociedad non è più in fuga.