Cristiano Ronaldo non è riuscito mai a fargli gol. Nemmeno su calcio di rigore. È una "piccola" soddisfazione che Stefano Sorrentino porterà con sé nel libro dei ricordi. A 40 anni, l'ex portiere del Chievo Verona ha deciso di smettere con il calcio. Appenderà i guanti al chiodo, li custodirà gelosamente in una teca come si fa con le mozioni più belle in un angolo del cuore. Ogni paio ha una sua storia, gli rammenta momenti della carriera. Quelli belli e quelli brutti. E di quando ha rischiato grosso per lo scontro di gioco con CR7.

Il racconto della prodezza contro CR7

L'alfa e l'omega di quella stagione per il numero uno originario di Cava de' Tirreni (provincia di Salerno) è nel duello a distanza con il campione portoghese: all'andata finì in ospedale per uno scontro di gioco con l'ex Real, al ritorno – a Torino – gli sbarrò la porta. Una prodezza da raccontare e da rivivere chiudendo gli occhi e azionando la sequenza videoclip. Ci vuole poco per tornare indietro nel tempo: Sorrentino può sentire il profumo dell'erba, può (ancora) vedere Ronaldo che sistema la sfera e va sul dischetto e poi… poi zac, lui si tuffa sulla sinistra e dli nega la soddisfazione del gol.

Mi sono buttato con una frazione di secondo d'anticipo – disse allora nel raccontare quel guizzo -. Ronaldo calciò in maniera angolata e forte ma alla mia altezza. Conserverò tutto di questa parata: guanti, maglia, pantaloncini e calzettoni.

Sono 25 i rigori parati, il più bello a Cristiano Ronaldo

Sono 25 in totale i penalty che ha parato in carriera, l'ultimo (febbraio 2019) è stato contro Lukasz Teodorczyk dell'Udinese. Oltre a Ronaldo ha fatto anche altre vittime illustri come Dries Mertens (Napoli, aprile 2018) e Toto' Di Natale (2 volte, maggio 2013 e gennaio 2011) mentre sono 77 le volte che è stato costretto a raccogliere la palla dalla rete.

Ho deciso di ritirarmi – ha ammesso Sorrentino nell'intervista a Sky Sport -. È una decisione che ho preso negli ultimi giorni dopo una lunga riflessione. Mi ritengo fortunato per la carriera che ho avuto. L'attaccante più forte che ho affrontato? Dico Ronaldo, visto che non mi ha mai segnato.

La carriera di Sorrentino, bandiera del Chievo Verona

Dopo essersi svincolato dal Chievo nella scorsa estate, Stefano Sorrentino non ha trovato una squadra nella quale inserirsi. In carriera ha giocato 632 partite di cui almeno la metà (363 in Serie A): 271 con la maglia del club scaligero, 120 tra i pali del Palermo, 101 con il Torino, 64 con l'Aek Atene, 38 con il Recreativo Huelva, 32 col Varese e 6 con la Juve Stabia.