L'asse Barcellona-Juventus appare salda per questa sessione di gennaio in cui i due club starebbero discutendo su uno scambio alla pari (più eventuale conguaglio) a centrocampo. Protagonisti due giocatori che non sono soddisfatti al momento dei rispettivi ruoli all'interno dei progetti tecnici: Rakitic e Bernardeschi. L'idea di fondo sarebbe portare l'ex Fiorentina in Catalogna e il croato in bianconero soddisfacendo così in un solo colpo sia le volontà dei due calciatori che avrebbero più possibilità di giocare, sia dei due tecnici che troverebbero in rosa elementi più affini ai propri schemi e idee tattiche.

Una trattativa che un paio di giorni fa era partita a piede sospinto ma che adesso ha trovato una inaspettata frenata: da un punto di vista tecnico e tattico non ci sono problemi, ma lo stop è arrivato ugualmente e si tratta di un disaccordo soprattutto economico. La dirigenza bianconera infatti ha preteso da subito anche una parte in soldi attraverso un cospicuo riconoscimento economico per cedere Bernardeschi in cambio di Rakitic

Il conguaglio della discordia: 10 milioni

Una cifra non da poco che a Barcellona hanno ritenuto subito eccessiva: oltre i 10 milioni di euro che andrebbero a compensare la divergenza di età e quindi di prospettiva sui due centrocampisti. Federico Bernardeschi è un '94, giocatore in ascesa, su cui la Juve ha ancora un progetto di crescita e che è in ottica di Nazionale e quindi con un valore che si rivaluterà nel tempo; Rakitic è al contrario un '88 con il contratto a scadenza tra un solo anno e con un carriera che oramai ha compiuto già il giro di boa da tempo.

I buoni rapporti tra i club

Tutto fermo, dunque, a queste cifre anche se qualcosa si potrebbe muovere nei prossimi giorni perché, comunque, i rapporti tra le due società sono buonissimi e ci sono già state ottime trattative come l'operazione che ha coinvolto i giovani Marques-Pereira. Tutto starà nelle mani e nelle idee di Fabio Paratici che si è ancora confrontato col Barça a proposito dell'idea di concludere l'affare Rakitic-Bernardeschi, idea che si era già palesata la scorsa estate.