E sono tre. Dopo Berardi e Verratti l'ultima giornata di campionato costringe il commissario tecnico, Roberto Mancini, a cancellare un altro nome dalla lista dei convocati. Questa volta si tratta di Leonardo Spinazzola, esterno difensivo della Roma che a Parma – dove i giallorossi sono stati sconfitti per 2-0 – ha alzato bandiera bianca per infortunio. Cosa si è fatto? Infortunio di natura muscolare quantificabile al momento come un ‘fastidio' al flessore della gamba destra. Non un problema grave ma un intoppo che gli impedirà di aggregarsi al resto del gruppo Azzurro in vista della doppia in calendario con Bosnia Erzegovina e Armenia. Due match privi di contenuto agonistico, poiché l'Italia è già qualificata a Euro 2020, ma comunque utili come ulteriore tappa di avvicinamento al Trofeo che prenderà il via a giugno.

Le condizioni di Spinazzola: problema all'adduttore sinistro

Che le condizioni di Spinazzola lasciassero perplessità lo si era capito già alla vigilia della partita di Europa League contro il Borussia Mönchengladbach: l'ex difensore di Atalanta e Juventus fu obbligato a saltare la trasferta di Coppa in Germania per un problema all'adduttore sinistro e si riunì ai compagni di squadra direttamente nel ritiro di Parma. Il calciatore effettuerà esami strumentali nelle prossime 48 ore che saranno decisive per capire entità dell'infortunio e valutare tempi di recupero. Per fortuna sua e della Roma stessa la pausa di campionato gli permetterà di lavorare al recupero senza ansie.

La situazione infortunati in casa Roma

L'infortunio di Spinazzola si aggiunge a una serie di incidenti che hanno limitato le scelte del tecnico, Fonseca. Attualmente, l'infermeria giallorossa annovera: Cristante (distacco del tendine dell'adduttore destro – rientro previsto a gennaio 2020); Kalinic (frattura della testa del perone – rientro previsto gennaio 2020); Mkhitaryan (lesione tendinea dell’adduttore – rientro previsto a fine novembre); Pellegrini (operato per frattura metatarso del piede – il rientro è fissato per fine novembre); Zappacosta (operato al legamento crociato – di nuovo a disposizione nel 2020).