L'Hellas Verona continua a stupire. La squadra di Ivan Juric ha iniziato nel miglior modo possibile il 2020 grazie alla vittoria in casa della Spal in virtù delle reti di Pazzini e di Stepinski: dopo le sconfitte con Roma e Atalanta e il pareggio in rimonta con il Torino, i gialloblù scaligeri tornano ad acciuffare i 3 punti e si portano a + 8 dalla zona retrocessione. Ennesima prova importante per i veronesi, che hanno meritato la vittoria per come hanno condotto la gara e hanno raggiunto la terza vittoria in trasferta dopo quelle di Lecce e Parma: non accadeva dall'anno dello scudetto della stagione 1984-1985.

Resta al penultimo posto la squadra di Leonardo Semplici, alla quarta sconfitta nelle ultime cinque gare; che poteva approfittare della sconfitta del Brescia per provare ad uscire dalla zona calda ma la prova dei ferraresi non è stata all'altezza per lunghi tratti del match.

Pazzini sblocca il match: secondo gol consecutivo

L'Hellas non ha cambiato ritmo rispetto al 2019 e nella prima gara dell'anno si è subito mostrata molto propositiva. La squadra di Juric si è portata subito in vantaggio al al 13′ con Giampaolo Pazzini: il numero 11 ha infilato la palla alle spalle di Berisha con un colpo di testa dei suoi su cross di Lazović. Seconda rete consecutiva per l'esperto attaccante dopo quella su calcio di rigore al Torino nella gara prima della sosta.

La Spal ha provato a scuotersi ed è andata vicina al pareggio con Paloschi, ma la conclusione acrobatica dell'attaccante cresciuto nel Milan è finita fuori di poco. A complicare le cose per gli estensi ci ha pensato Nenad Tomovic, che ha al 38′ è stato espulso per una brutta entrata su Faraoni.

Stepinski mette la sua firma: l'Hellas vince 2-0

Nella ripresa i gialloblù hanno legittimato il vantaggio, sciupando diverse occasioni con Pazzini, Lazovic, Zaccagni e Rrahmani; e a pochi minuti dalla fine è arrivata la firma di Mariusz Stępiński: all'85' l'attaccante polacco ha raccolto una respinta di Berisha su una conclusione dell'indiavolato esterno serbo ex Genoa e ha battuto il portiere estense con una conclusione sul palo lontano. Festa Hellas al Mazza, notte fonda per la Spal.

Il tabellino di Spal-Verona

RETI: 14′ Pazzini, 86′ Stepinski.

SPAL (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari (77′ Felipe), Igor; Cionek, Kurtic, Missiroli, Valoti, Strefezza (83′ Floccari); Paloschi, Petagna. Allenatore: Semplici.

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Pessina, Veloso, Lazovic; Verre (90′ Dawidowicz, Zaccagni (79′ Badu); Pazzini (72′ Stepinski). Allenatore: Juric.

ARBITRO: Guida.