E' arrivato anche il giorno del sorteggio di Europa League che ha stabilito, tra le altre, anche il destino delle ultime due italiane ancora in corsa per i sedicesimi di finale. Si tratta della Roma, qualificatasi dal primo turno e dell'Inter che è scivolata nel torneo arrivando terza nel proprio girone di Champions League. I nerazzurri erano in prima fascia mentre i giallorossi partivano dalla seconda. L'urna di Nyon ha riservato un sorriso all'Inter che sfiderà i bulgari del Ludogorets mentre la Roma si giocherà gli ottavi contro i belgi del Gent.

Le date delle partite

Per i sedicesimi di Europa League, sono state stabilite da tempo le date degli incontri. Le gare di andata sono in programma giovedì 20 febbraio 2020, il ritorno giovedì 27 febbraio: i match saranno suddivisi in due fasce orarie, 18.55 e 21. Il 28 febbraio ci sarà il sorteggio  per gli ottavi di finale (partite il 12 e il 19 marzo), quindi il 20 marzo il sorteggio per i quarti e le semifinali (9/16 aprile quarti di finale, 30 aprile/7 maggio semifinali).  La finale dell'11ª edizione della Europa League si disputerà mercoledì 27 maggio 2020 in Polonia allo stadio Energa di Danzica.

Tutto il tabellone dei 16mi di finale

Wolverhampton (Ing)-Espanyol (Spa)
Sporting Lisbona (Por)-Başakşehir (Tur)
Getafe (Spa)-Ajax (Ola)
Bayer Leverkusen (Ger)-Porto (Por)
Copenhagen (Dan)-Celtic Glasgow (Sco)
Apoel (Cip)-Basilea (Svi)
Cluj (Rom)-Siviglia (Spa)
Olympiacos Pireo (Gre)-Arsenal (Ing)
Az Alkmaar (Ola)-Lask (Aut)
Bruges (Bel)-Manchester United (Ing)
Ludogorets (Bul)-INTER
Eintracht Francoforte (Ger)-Salisburgo (Aut)
Shakhtar Donetsk (Ucr)-Benfica (Por)
Wolfsburg (Ger)-Malmoe (Sve)
ROMA-Gent (Bel)
Glasgow Rangers (Sco)-Braga (Por)

Il regolamento del sorteggio

In tabellone c'erano trentadue le squadre qualificate – tra retrocesse dalla Champions e le promosse dalla fase a gironi. Le compagini erano divise in due urne con l'Inter che era tra le teste di serie mentre i giallorossi erano stati inseriti in seconda fascia. Le teste di serie giocheranno la gara di ritorno in casa e nel regolamento del sorteggio vigevano dei paletti:  non potevano scontrarsi squadre provenienti dallo stesso girone o provenienti dalla stessa federazione.