Venti squadre qualificate dai gironi e altre quattro che si usciranno dai playoff di Nations League. Insieme all'Italia di Roberto Mancini, saranno dunque 23 i nomi che verranno inseriti nelle urne del sorteggio di Euro 2020: in programma domani, sabato 30 novembre, alle ore 18 presso il ROMEXPO di Bucarest. Durante la cerimonia, la nostra Nazionale conoscerà dunque gli avversari del prossimo Europeo itinerante che partirà proprio da Roma con la partita inaugurale del 12 giugno prossimo.

Lo stadio Olimpico, oltre ad ospitare il primo match del torneo continentale, sarà anche la ‘casa' per le tre partite del nostro girone di Chiellini e compagni, che partiranno nel sorteggio in prima fascia come teste di serie (grazie al percorso netto nelle qualificazioni) e nel gruppo A in qualità di Paese ospitante.

Dove vedere il sorteggio di Euro 2020 in tv

La cerimonia del ROMEXPO di Bucarest, verrà trasmessa in diretta alle ore 18 da Sky Sport Collection e Sky Sport 24. Per i non abbonati ci sarà comunque l'opportunità di seguire il sorteggio grazie alla diretta in chiaro di Rai Due. Per entrambi i canali televisivi, ci sarà il corrispettivo servizio streaming (Sky Go e Rai Play) che garantirà la trasmissione via web per tutti coloro che non potranno sedersi davanti ad un televisore.

I criteri di assegnazione delle fasce di sorteggio

Le fasce del sorteggio di Euro 2020, oltre alla classifica generale delle qualificazioni, tiene conto di alcuni parametri ben precisi: tra questi anche la differenza reti e i gol segnati (totale e fuori casa), il numero di vittorie (totali ed esterne), il minor numero di punti per sanzioni disciplinari e la posizione nella classifica generale della Uefa Nations League. Le quattro nazionali che vinceranno gli spareggi di Nations League verranno inserite in quarta fascia.

Le quattro fasce

Fascia 1: Belgio, Italia (nazione ospitante), Inghilterra (nazione ospitante), Germania (nazione ospitante), Spagna (nazione ospitante), Ucraina
Fascia 2: Francia, Polonia, Svizzera, Croazia, Olanda (nazione ospitante), Russia (nazione ospitante)
Fascia 3: Portogallo, Turchia, Danimarca (nazione ospitante), Austria, Svezia, Repubblica Ceca
Fascia 4: Galles, Finlandia, vincente Percorso A spareggi (Islanda, Bulgaria, Ungheria, Romania), vincente Percorso B spareggi (Bosnia, Slovacchia, Irlanda, Irlanda del Nord), vincente Percorso C spareggi (Scozia, Norvegia, Serbia, Israele), vincente Percorso D spareggi (Georgia, Macedonia del Nord, Kosovo, Bielorussia)

Come funziona il sorteggio

Le 24 partecipanti saranno inserite in 6 gironi da quattro squadre. Il sorteggio partirà con l'estrazione di una nazionale della prima fascia che verrà assegnata al primo gruppo disponibile: un ‘modus operandi' che continuerà fino all’esaurimento delle squadre di prima fascia e che seguirà con l'inserimento di tutte le formazioni rimaste nelle restanti tre fasce. Tra le ‘regole' da rispettare nel sorteggio, oltre a quella che obbliga le Nazioni ospitanti ad essere assegnate al rispettivo girone, ci sarà anche l'impossibilità di sorteggiare nello stesso girone alcune squadre: è il caso di Bosnia-Kosovo, Serbia-Kosovo, Russia-Kosovo e Ucraina-Russia.