L'Italia ha due squadre agli ottavi di Champions. Dopo la Juve, anche il Napoli si qualifica per gli ottavi di finale di Champions League. La partita con il Genk è stata quasi una formalità, ma considerati gli ultimi cinquantuno giorni senza vittorie il 4-0 ai belgi va festeggiato come il passaggio del turno. La squadra di Ancelotti, confermato, per ora, si è classificata al secondo posto del girone, alle spalle del Liverpool, e lunedì prossimo a Nyon rischia un sorteggio molto negativo.

Le possibili avversarie del Napoli agli ottavi di Champions

Non potrà sfidare il Liverpool (rivale nel Gruppo E, sfidato quattro volte in meno di un anno e mezzo) e nemmeno la Juventus negli ottavi di finale il Napoli che quindi ha una rosa di sei potenziali avversari. I partenopei rischiano di pescare una delle grandi d'Europa tra il Paris Saint Germain, vincitore del Gruppo A, il Bayern Monaco, che ha dominato quello B, il Manchester City di Guardiola, imbattuto nel raggruppamento C, e il Barcellona, che ha eliminato l'Inter e ha vinto il Gruppo F. Con PSG, Bayern e City gli azzurri hanno già giocato in questi ultimi anni in Champions, curiosamente con in panchina allenatori diversi: Sarri sfidò il Manchester, Benitez il Bayern e Ancelotti il PSG. Mentre con il Barcellona il Napoli ha disputato solo delle gare amichevoli, due lo scorso agosto.

Quali sono le avversarie migliori per il Napoli negli ottavi di Champions

Le squadre vincitrici di Ligue 1, Bundesliga, Liga e Premier League sono le peggiori opzioni possibili. Ma ci sono anche due opzioni che sicuramente farebbero felice l'ambiente partenopeo, tenendo ben presente che quando si arriva agli ottavi di finale non bisogna sottovalutare nessuno. Perché il rispettivo girone lo hanno vinto anche il Lipsia, squadra tedesca vincitrice del Gruppo G che in panchina ha il giovanissimo Nagelsmann, che il Napoli ha affrontato in Europa League quasi due anni fa, e il Valencia, che ha vinto un giro ostico con Chelsea e Ajax.