Erano trent'anni che il Manchester United non partiva così male. I Red Devils hanno appena 9 punti, sono un filo sopra la zona retrocessione, navigano in cattive acque anche perché segnano con il contagocce. Solskjaer traballa e i media hanno iniziato a discutere ogni tipo di scelta del tecnico, dello staff e della società, incluse le cessioni di Lukaku e Alexis Sanchez, passati entrambi all'Inter. Nella conferenza che precede la sentitissima partita con il Liverpool il norvegese a proposito degli attaccanti nerazzurri ha detto:

Romelu e Alexis sono buoni giocatori e grandi marcatori, ma le decisioni che abbiamo preso su di loro sono state assolutamente giuste. In partite singole si potrebbe pensare che avremmo avuto bisogno di giocatori con la loro esperienza, ma venderli è stata la scelta corretta. Ogni giocatore che ho qui vuole dare tutto per questa maglia e per questo club, anche i giovani. Stiamo facendo un piano a lungo termine, e sono sicuro che questo è il posto giusto per farlo.

Manchester United vs Liverpool

Quella che si giocherà domenica pomeriggio a Old Trafford non è una sfida come tutte le altre, è il derby della Premier League. C'è una rivalità secolare tra queste due squadre, che sono quelle che hanno vinto più campionati inglesi. I Red Devils cercano il riscatto, Klopp e i suoi hanno vinto tutte le otto partite di campionato, hanno già un grande vantaggio sul City e vogliono allungare la serie positiva.

Ritengo che i giocatori che ho possano portarci tra le prime quattro del campionato. A gennaio vedremo di rinforzarci, se servirà. Credo che i ragazzi siano pronti per questa sfida. Il Liverpool sta facendo grandi cose, ma noi siamo il Manchester United ed abbiamo tanti bei calciatori. Ai tifosi posso dire che siamo un club con ambizione, e la nostra ambizione è vincere. Stiamo attraversando un momento difficile, ma sono certo che torneremo.