Cristiano Ronaldo favorito per l'assegnazione del sesto Pallone d'Oro. L'indiscrezione rimbalza dalla Francia e arriva in Italia, zittisce il chiacchiericcio sul campione portoghese alimentato dalle stilettate di Lionel Messi ("il più forte è stato Ronaldo, il fenomeno brasiliano"), conferma come tra l'ex Real e la concorrenza (la Pulce e van Dijk) ci sia un distacco netto che il prossimo 2 dicembre lo porterà all'ennesima incoronazione a Parigi. Voci, nulla più. Nulla che possa dire con certezza che l'asso lusitano aggiungerà un altro tassello alla propria bacheca da leggenda vivente. Eppure qualche indizio c'è e un po' sostanzia gli spifferi che valicano le Alpi e giungono fino a Torino.

Sesto Pallone d'Oro a Cristiano Ronaldo, le motivazioni

A far pendere l'ago della bilancia dalla parte di CR7 sarebbero stati il traguardo superato dei 700 gol segnati in carriera e i 3 titoli ottenuti negli ultimi anni (scudetto e Supercoppa al primo anno in bianconero e Nations League con il Portogallo battendo l'Olanda in finale). E se tutto andrà come preventivato (considerato che Modric, premiato l'anno scorso, è stato perfino escluso dai 30 finalisti) ci sarà anche il sorpasso sull'avversario di sempre, Messi: 6-5 quanto a numero di trofei prestigiosi, quest'ultimo andrebbe ad aggiungersi a quelli ricevuti nel 2008, 2013, 2014, 2016 e 2017.

CR7 ha già rilasciato l'intervista per la premiazione

Secondo quanto riportato da il quotidiano Il Messaggero nelle ultime settimane ci sarebbero stati di recente contatti continui tra CR7 ed esponenti del Comitato di France Football. Anzi, avrebbe ricevuto emissari per rilasciare un'intervista da pubblicare subito dopo la premiazione così da celebrare l'ennesimo successo di un campione che sembra aver fermato il tempo e ha voglia di vincere, non è mai sazio e co e ciliegina sulla torta proverà a conquistare la Champions anche a Torino. Altro dettaglio: la delegazione sarebbe stata ospite a cena alla presenze del direttore sportivo della Juventus, Fabio Paratici.