I giocatori prima del fischio d’inizio. Foto da newsrimini.it
in foto: I giocatori prima del fischio d’inizio. Foto da newsrimini.it

Guardare i più bravi, imparare da loro e rubarne i segreti e metterli in pratica. In campo e anche fuori. È questo che migliaia di calciatori dovrebbero fare. In tutte le categorie. Nell'ultimo weekend, una squadra intera di Serie C lo ha fatto e ha seguito ciò che, tra gli altri, avevano già fatto in passato la Nazionale del Giappone (durante il Mondiale in Russia) e il commissario tecnico svedese dopo la festa di San Siro per la qualificazione Mondiale conquistata ai danni dell'Italia di Gian Piero Ventura.

Il bel gesto della Virtus Verona

Dopo la partita giocata domenica scorsa, 6 ottobre, allo stadio ‘Romeo Neri' di Rimini, la Virtus Verona ha infatti ‘copiato' i giocatori giapponesi e l'allenatore svedese Andersson e ripulito lo spogliatoio al termine dei festeggiamenti per la preziosa vittoria colta in trasferta: un 2-1 che allontana gli scaligeri dalle parti basse della classifica del girone B di Serie C. Il gesto della Virtus Verona ha ovviamente colpito tutti, specialmente il club romagnolo che nelle scorse ore ha pubblicamente ringraziato i giocatori veronesi per la loro nobile iniziativa.

Il comunicato del Rimini

"Il Rimini F. C. intende ringraziare pubblicamente i giocatori e lo staff della Virtus Verona che ieri, prima di salire sul pullman per lasciare il ‘Romeo Neri', hanno provveduto a ripulire il proprio spogliatoio senza lasciare a terra né una bottiglietta, né una cartaccia – ha scritto la società in una nota stampa, pubblicata sul proprio sito e sui canali social – L’educazione e il rispetto verso il prossimo, e nello specifico nei confronti di coloro che si occupano delle pulizie dei locali dello stadio, si vedono anche da questi piccoli grandi gesti". Oltre a pulire lo spogliatoio, di fronte al ringraziamento pubblico dei romagnoli, la società scaligera si è anche sentita in dovere di rispondere su Facebook con un ‘grazie a voi per l'ospitalità‘.