Dopo il posticipo della terza giornata di Serie B, a brindare e festeggiare una vittoria pesante è Filippo Inzaghi. Reduce da un pareggio e una vittoria nei primi due turni del campionato cadetto, il Benevento è infatti riuscito a battere la Salernitana nell'attesissimo derby che si è giocato all'Arechi di Salerno. Mastica dunque amaro Gian Piero Ventura, che ha visto i suoi provarci sin dall'inizio prima delle due occasioni della squadra avversaria create da Coda e Roberto Insigne.

Le due reti che hanno deciso il match sono arrivate entrambe nella ripresa. Dopo i primi quarantacinque minuti di gioco sostanzialmente equilibrati, la squadra di Inzaghi è stata brava a resistere agli attacchi dei padroni di casa e a trovare il gol che al minuto numero 61 ha indirizzato la sfida: un sinistro di prima intenzione di Viola, sul quale Micai non ha potuto far nulla.

Inzaghi a due punti dalla vetta

Dopo una bella parata di Montipò su una conclusione velenosa di Jaroszynski, è così arrivato anche il raddoppio delle Streghe: realizzato quattro minuti dopo l'1-0 da Sau, bravo ad approfittare di un assist col contagiri di Maggio. Nel finale il match si è mantenuto divertente con occasioni da una parte e dall'altra, fino al triplice fischio finale dell'arbitro che ha decretato la fine della partita e dato il via alla festa dei tifosi giallorossi.

Grazie a questo successo in trasferta, il Benevento di Filippo Inzaghi è dunque salito in classifica fino alla seconda posizione: a soli due punti dalla capolista Virtus Entella e a + tre dalla stessa Salernitana. Nel prossimo weekend, il campionato di Serie B tornerà con Benevento-Cosenza e Trapani-Salernitana: due sfide sulla carta non impossibili per Inzaghi e Ventura. La capolista Entella sarà invece di scena a Pescara, mentre le altre due inseguitrici Pisa e Perugia (entrambe a quota sette in classifica) giocheranno rispettivamente a Verona contro il Chievo e a La Spezia.