Dopo la tre giorni di Coppe tra Champions ed Europa League che ha visto solamente l'Inter chinare il capo in Europa, ritorna il campionato in un turno che è monopolizzato dal big-match di domenica sera, a San Siro tra i nerazzurri di Conte e la Juventus di Maurizio Sarri. Una sfida dal retrogusto del primo confronto diretto per il titolo con l'Inter che parte dal vantaggio di 2 punti in più in classifica.

Ma sarà un weekend delicato per molti altri aspetti, in primis sabato sera quando alle 20.45 allo Stadio Ferraris scenderanno in campo Genoa e Milan due tra le società più deludenti di questo avvio stagionale. Sia Andreazzoli che Giampaolo sono all'ultima spiaggia e in caso di sconfitta potrebbe arrivare il primo ribaltone in panchina della Serie A.

Quando si gioca

Si inizierà sabato 5 ottobre alle 15 con Parma-Spal per poi proseguire alle 18 con Verona-Sampdoria e poi alle 20.45 Genoa-Milan. Domenica 6 ottobre al lunch-time la partita Fiorentina-Udinese (12.30) e poi le consuete gare delle 15 con Atalanta-Lecce, Bologna-Lazio,  Roma-Cagliari. Alle 18 ci sarà Torino-Napoli e alle 20.45 il colpo di coda finale di Inter-Juventus.

Le probabili formazioni

Spal-Parma – I ferraresi non avranno gli infortunati D'Alessandro, Fares e

Di Francesco e in avanti ci potrebbe essere l'occasione dal 1′ per Paolschi favorito su Floccari. I ducali ripresenteranno il tridente Kulusevski-Inglese-Gervinho mentre a centrocampo potrebbe tornare Kucka.

SPAL (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic; Sala, Murgia, Missiroli, Kurtic, Reca; Petagna, Paloschi
PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo, Pezzella Giu.; Kucka, Hernani, Barillà; Kulusevski, Inglese, Gervinho

Verona-Sampdoria – Gli scaligeri partiranno dal consueto 3-4-2-1 che vede molti assenti in rosa. Ma le idee iniziali sono chiare con l'unico ballottaggio a centro difesa dove è favorito Kumbulla su Dawidowicz. I blucerchiati proveranno a puntare in avanti su Bonazzoli vicino a Quagliarella, mentre Rigoni verrà confermato trequartista, preferito a Ramirez e Caprari

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Zaccagni, Verre; Stepinski
SAMPDORIA (3-4-1-2): Audero; Bereszynski, A. Ferrari, Colley; Depaoli, Ekdal, Jankto, Murru; Rigoni; Quagliarella, Bonazzoli

Genoa-Milan – Senza Sturaro e Barreca per Andreazzoli il centrocampo a 5 potrebbe vedere dal 1′ Lerager. In attacco con il confermato Kouamè più Pinamonti di Sanabria o Favilli. Nel Milan Giampaolo deve studiare la difesa con la squalifica di Musacchio e l'infortunio di Caldara: Duarte titolare. In mediana si potrebbe rivedere Paquetà al posto di Calhanoglu

GENOA (3-5-2): Radu; Romero, Zapata, Criscito; Ghiglione, Schone, Radovanovic, Lerager, Pajac; Kouamé, Pinamonti
MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Duarte, Romagnoli, Hernandez; Kessié, Biglia, Paquetà; Suso, Piatek, Leao

Fiorentina-Udinese – Nessun cambio per Montella dopo l'ottima prova di San Siro contro il Milan mentre per Tudor c'è qualche problema con le assenze di Teodorczyk e Becao. De Paul e Okaka confermati in avanti

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella Ger., Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Ribery


UDINESE (3-5-2): Musso; De Maio, Troost-Ekong, Samir; Larsen, Mandragora, Jajalo, Fofana, Sema; De Paul, Okaka

Atalanta-Lecce – Tutti a disposizione per Gasperini nella missione di dimenticare la Champions amara. Contro il Lecce a riposo Gomez e Ililic con Muriel e Zapata dal 1′. Tra i giallorossi Liverani conta tante defezioni ma non camvia modulo: 4-3-1-2 con ‘bomber' Mancosu trequartista

ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Kjaer, Palomino; Hateboer, Pasalic, Freuler, Gosens; Malinovskyi, Muriel, Zapata
LECCE (4-3-1-2): Gabriel; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis, Majer; Mancosu; Falco, La Mantia

Bologna-Lazio – 4-2-3-1 per i felsinei che non avranno lo squalificato Soriano e l'infortunato Dijks. Destro farà da punta, Orsolini-Svanger-Palacio la linea di trequarti. Per la Lazio non ci sarà Correa: Immobile-Caicedo confermato tandem offensivo

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Denswil, Krejci; Poli, Medel; Orsolini, Svanberg, Palacio; Destro
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Immobile, Caicedo

Roma-Cagliari – Emergenza Fonseca: Mkhitaryan, Under, Perotti, Cetin, Pellegrini, Pau Lopez tutti assenti per diversi infortuni. Il Cagliari non sta meglio: assenti Klavan, Faragò, Pavoletti, Cragno, Lykogiannis.

ROMA (4-2-3-1): Mirante; Spinazzola, Mancini, Smalling, Kolarov; Cristante, Veretout; Kluivert, Zaniolo, Florenzi; Dzeko
CAGLIARI (4-3-1-2): Olsen; Cacciatore, Pisacane, Ceppitelli, Lu. Pellegrini; Nandez, Cigarini, Rog; Nainggolan; Joao Pedro, Simeone

Torino-Napoli – Solo Zaza non è a disposizione, mentre sarà riconfermato Nkoulou in mezzo alla difesa. Verdi dietro a Belotti. Per il Napoli, 4-4-2 con Llorente e Mertens di punta. Rientra Insigne in mediana mentre in difesa ci sarà Luperto al posto dello squalificato Koulibaly

TORINO (3-5-1-1): Sirigu; Izzo, N'Koulou, Lyanco; De Silvestri, Meitè, Rincon, Baselli, Ansaldi; Verdi; Belotti
NAPOLI (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Luperto, Ghoulam; Callejon, Allan, Zielinski, Insigne; Llorente, Mertens

Inter-Juventus – Per Conte non ci sarà lo squalificato Sanchez tutti gli altri sono a disposizione. Rientra Lukaku fermo in Coppa per problemi muscolari, farà coppia con Martinez. Nella Juventus il 4-3-1-2 di Sarri vedrà Ramsey in cabina di regia dietro a Higuain e Cr7. Sempre indisponibili Danilo, De Sciglio, Douglas Costa, Chiellini, è ancora emergenza difesa con Cuadrado terzino.

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; D'Ambrosio, Barella, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lautaro, Lukaku
JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira, Pjanic, Matuidi; Ramsey; Higuain, Ronaldo