Il Professore non gioca più ma può serenamente dispensare perle di saggezza calcistica a tutti. E sulla ripartenza della Serie A ha le idee chiare: per Andrea Pirlo la Juventus è la squadra favorita per la vittoria finale. Non c'è storia né competizione, tutte le altre seguono a ruota ma senza grandi speranze. Poi, c'è chi sta costruendo, magari quest'anno partirà qualche colpo a vuoto di troppo, ma sta già facendo qualcosa di buono: il Milan di Gattuso.

Per l'ex centrocampista della nazionale  e oggi commentatore televisivo, i rossoneri sono un'alternativa interessante. Non perché possano da subito infastidire i campioni d'Italia ma perchè in ottica futura starebbero costruendo qualcosa di concreto e importante. Per Pirlo, è il Milan la squadra che gioca meglio.

Bianconeri due spanne sopra. Facile a dirsi, anche perché dopo tre partite la Juventus è l'unica squadra a punteggio pieno in campionato e ha già dimostrato una quadratura che le avversarie non hanno. Solo punti di forza, pochi i punti deboli, e poi il valore aggiunto: Cristiano Ronaldo. “Credo che i bianconeri non siano un gradino sopra le altre, ma anche due. La Champions? Sì, può vincerla. Ha costruito una rosa tale da arrivare fino in fondo. Se la giocherà con le solite tre o quattro squadre. Ci saranno il City, il Real, un Liverpool che si è rinforzato ulteriormente rispetto all’anno scorso e il Barcellona".

Il Napoli primo tra i secondi. Dunque una stagione già conclusa prima di iniziare a giocare sul serio. Pirlo applaude gli sforzi altrui ma non è convinto nel pensare che vi sia una alternativa importante e immediata: "Il Napoli ha cambiato allenatore, ma la Juventus è ancora lontana. Anche le altre italiane possono fare bene in Champions, basta vedere cosa ha fatto la Roma nella passata stagione. Saranno gironi difficili per loro, ma non devono partire come vittime sacrificali".

Il Milan, squadra del futuro. Chi potrebbe sorprendere? Anche in questo caso Pirlo è chiaro, il Milan: "La società è solida, c'è finalmente un progetto.E' quella che gioca meglio. Merito, soprattutto, di Gattuso. C’è un mix interessante di giovani italiani e qualche straniero, in prospettiva i rossoneri sono quelli più interessanti da vedere. In futuro potranno arrivare grandi risultati"