Ciro Immobile si prende la vetta della classifica marcatori, inseguito da Duvan Zapata che mette la “quarta”. Primo sigillo stagionale per Paulo Dybala che va in rete a sei mesi di distanza dall'ultima volta. Andrea Petagna torna al gol e si conferma “sblocca-match”, Franck Kessié invece la sua mira (quasi) infallibile dal dischetto. Prima rete tra i professionisti per Marash Kumbulla che diventa il difensore-goleador più giovane d’Europa. Queste e tante altre le principali curiosità riguardo ai bomber di questa settima giornata della Serie A 2019/2020.

Immobile vola in vetta, Zapata mette la quarta

La Lazio non riesce a vincere ma Ciro Immobile continua la sua scalata nella classifica marcatori. La doppietta realizzata contro il Bologna dall’attaccante campano infatti lo proietta in vetta alla graduatoria dei migliori bomber della Serie A. Alle sue spalle il centravanti colombiano dell’Atalanta Duvan Zapata a segno per la quarta gara consecutiva tra campionato e Champions League che segna il suo 19° gol nel massimo campionato italiano dell’anno solare 2019.

Petagna ‘apriscatole’: solo Piatek ha sbloccato più match negli ultimi due campionati di A

Non segnava dal 15 settembre scorso invece Andrea Petagna che con la rete messa a segno contro il Parma ha consentito alla Spal di ottenere tre punti importantissimi per il morale e per la classifica. Con questo sigillo decisivo l’attaccante ferrarese conferma ancora una volta la sua abilità nello sbloccare i match: è la nona volta negli ultimi due campionati di Serie A infatti che l’ex Atalanta segna il primo gol del match. In questa speciale classifica soltanto il milanista Piatek ha fatto meglio avendo aperto le marcature in ben 14 occasioni.

Kumbulla più giovane difensore-goleador d’Europa, Kessié cecchino dal dischetto

Primo centro in Serie A invece per il 19enne centrale difensivo del Verona Marash Kumbulla che grazie al sigillo contro la Sampdoria diventa il più giovane difensore ad essere andato a segno nei top-5 campionati europei in questa stagione nonché il primo difensore nato nel nuovo millennio a segnare una rete nel massimo campionato italiano. Primo gol stagionale anche per il centrocampista del Milan Franck Kessié che dal dischetto ha regalato la vittoria in rimonta ai rossoneri sul campo del Genoa. L’ivoriano si conferma dunque grande specialista dagli undici metri: ha realizzato 9 dei 10 rigori calciati in Serie A, inclusi tutti gli ultimi quattro. Primo sigillo anche per lo juventino Paulo Dybala che torna al gol in campionato a 6 mesi esatti dall'ultima volta (il 6 aprile scorso nel match contro il Milan).

La classifica marcatori dopo la 7a giornata della Serie A 2019/2020

  • 7 – Ciro Immobile (1 su rigore, Lazio).
  • 6 – Duvan Zapata (Atalanta).
  • 5 – Andrea Belotti (2, Torino), Domenico Berardi (Sassuolo).
  • 4 – Edin Dzeko (Roma), Dries Mertens (Napoli), Alfredo Donnarumma (1, Brescia), Marco Mancosu (3, Lecce).
  • 3 – Cristiano Ronaldo (1, Juventus), Alejandro Gomez (Atalanta), Luis Muriel (1, Atalanta), Romelu Lukaku (1, Inter), Christian Kouamé (Genoa), Francesco Caputo (Sassuolo), Aleksandar Kolarov (1, Roma), Lorenzo Insigne (2, Napoli), Stefano Sensi (Inter), Erick Pulgar (3, Fiorentina), Andrea Petagna (Spal), Joao Pedro (1, Cagliari), Robin Gosens (Atalanta).
  • 2 – Franck Ribery (Fiorentina), Krzysztof Piątek (2, Milan), Domenico Criscito (2, Genoa), Luca Ceppitelli (Cagliari), Miguel Veloso (Verona), Giovanni Simeone (Cagliari), Marcelo Brozovic (Inter), Fernando Llorente (Napoli), Nicola Sansone (2, Bologna), Federico Di Francesco (Spal), Lucas Castro (Cagliari), Nikola Milenkovic (Fiorentina), Kostas Manolas (Napoli), Miralem Pjanic (Juventus), Roberto Inglese (Parma), Rodrigo Palacio (Bologna), Lautaro Martinez (1, Inter), Gonzalo Higuain (Juventus).
  • 1 – Luis Alberto (Lazio), Rodrigo Becao (Udinese), Alex Berenguer (Torino), Kevin Prince Boateng (Fiorentina), Kevin Bonifazi (Torino), Hakan Calhanoglu (Milan); José Callejon (Napoli), Antonio Candreva (Inter), Giorgio Chiellini (Juventus), Joaquin Correa (Lazio), Danilo (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Riccardo Gagliolo (Parma), Gervinho (Parma), Kevin Lasagna (Udinese), Hirving Lozano (Napoli), Andrea Pinamonti (Genoa), Fabio Quagliarella (1, Sampdoria), Aaron Ramsey (Juventus), Roberto Soriano (Bologna), Hamed Traoré (Sassuolo), Cengiz Under (Roma), Cristian Zapata (Genoa), Simone Zaza (Torino), Riccardo Orsolini (Bologna), Mattia Bani (Bologna), Bryan Cristante (Roma), Antonino Barillà (Parma), Andrea Cistana (Brescia), Jasmin Kurtic (Spal), Henrik Mkhitaryan (Roma), Justin Kluivert (Roma), Alfred Duncan (Sassuolo), Romulo (Brescia), Diego Farias (Lecce), Armando Izzo (Torino), Manolo Gabbiadini (Sampdoria), Fabian Ruiz (Napoli), Federico Chiesa (Fiorentina), Josip Ilicic (Atalanta), Timothy Castagne (Atalanta), Marten de Roon (Atalanta), Federico Bonazzoli (Sampdoria), German Pezzella (Fiorentina), Danilo D’Ambrosio (Inter), Marco Calderoni (Lecce), Sergej Milinkovic-Savic (Lazio), Gaetano Castrovilli (Fiorentina), Gregoire Defrel (Sassuolo), Mario Balotelli (Brescia), Felipe Caicedo (Lazio), Davide Faraoni (Verona), Roberto Gagliardini (Inter), Jakub Jankto (Sampdoria), Rafael Leao (Milan), Stefano Okaka (Udinese), Stefan Radu (Lazio), Alexis Sanchez (Inter), Dejan Kulusevski (Parma), Cristian Ansaldi (Torino), Andreas Cornelius (Parma), Marash Kumbulla (Verona), Theo Hernandez (Milan), Franck Kessié (1, Milan), Lasse Schone (Genoa), Fabio Lucioni (Lecce), Ladislav Krejci (Bologna), Paulo Dybala (Juventus).
  • Autogol – Kalidou Koulibaly (Napoli – 1), Stefano Sabelli (Brescia – 1), José Palomino (Atalanta – 1), Mehdi Bourabia (Sassuolo – 1), Jhon Chancellor (Brescia – 1), Nicola Murru (Sampdoria – 1), Luca Ceppitelli (Cagliari – 1).