Si torna a giocare e con nuovi 90 minuti in programma molte delle attuali polemiche lasceranno spazio alle emozioni del campo. La 19a giornata, l'ultima del girone d'andata si disputerà quasi completamente in contemporanea. Si inizierà alle 12.30 con la Capolista e Campione d'Inverno, la Juventus che ospiterà allo JStadium la Sampdoria delle meraviglie di Quagliarella, per finire alle 20.30 col posticipo di San Siro tra Milan e Spal.

A che ora si gioca e dove vedere le gare

In mezzo, l'abbuffata delle 15, con ben sette partite in contemporanea, all'insegna di una programmazione oramai impossibile da attuare nel calcio 2.0, fagocitato dalle esigenze delle televisioni e dai loro soldi, primo sostentamento della maggior parte delle società.

L'opzione televisiva è ovviamente suddivisa nel classico palinsesto satellitare di Sky che detiene i principali diritti della Serie A insieme ai canali Mediaset per non dimenticare la nuova piattaforma online di streaming, DAZN, che ha in esclusiva alcune fasce orarie dedicate.

Juventus-Sampdoria ore 12.30 (Sky Sport Serie A su satellite, fibra e DTT)
Chievo-Frosinone ore 15.00 (Sky Sport 255 su fibra e satellite e Sky Sport 386 su DTT)
Empoli-Inter ore 15.00 (Sky Sport UNO su satellite, fibra e DTT)
Genoa-Fiorentina ore 15.00 (Dazn)
Lazio-Torino ore 15.00 (Sky Sport Serie A su satellite, fibra e DTT)
Parma-Roma ore 15.00 (Dazn)
Sassuolo-Atalanta ore 15.00 (Sky Sport 254 su satellite e fibra e Sky Sport 385 su DTT)
Udinese-Cagliari ore 15.00 (Sky Sport 253 su satellite e fibra e Sky Sport 384 su DTT)
Napoli-Bologna ore 18.00 (Sky Sport Serie A su satellite, fibra e DTT)
Milan-Spal ore 20.30 (Dazn)

Quagliarella sfida la Juventus

Allo JStadium si chiude il magnifico 2018 della Juventus, ancora imbattuta. Un saluto ai propri tifosi da Campioni d'Inverno che dovranno far dimenticare il pareggio in rimonta sull'Atalanta. E le successive polemiche di Max Allegri, infastidito da dichiarazioni che hanno tenuto banco in questi giorni, a braccetto con i problemi legati al razzismo e alla violenza negli stadi. Per tornare a vincere ci si affiderà di nuovo a Cr7, insieme a Mandzukic e Dybala.

Non sarà un compito semplice, contro una Sampdoria trascinata da un prodigioso Quagliarella, il classico ex di turno che segna da sette partite consecutive e ha riportato i blucerchiati ad un passo dalla zona Europa dopo un avvio macchinoso. Per Giampaolo si cerca la quarta vittoria consecutiva (la nona stagionale) e il vanto di fermare i bianconeri. Con Caprari nel tandem offensivo.

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; Can, Pjanic, Matuidi; Dybala; Mandzukic, Cristiano Ronaldo.
SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Sala, Tonelli, Colley, Murru; Praet, Ekdal, Linetty; Ramirez; Caprari, Quagliarella.

Il palinsesto delle 15

A Parma la Roma ritrova Dzeko

Alle 15, occhi puntati su 7 match. Tra questi spicca la partita di Parma dove la rivelazione ducale ospiterà la rinata Roma di Di Francesco. Un confronto importantissimo per entrambe le squadre con i gialloblù che arrivano dal successo esterno di Firenze che ha permesso di allontanarsi dal fondo classifica. Gervinho e Inglese il duo offensivo, per una Roma che potrebbe ritrovare Dzeko e Perotti, due perni che da inizio stagione non hanno ancora dato il contributo preteso da tutti

PARMA (4-3-3): Sepe; Iacoponi, Bruno Alves, Bastoni, Gagliolo; Deiola, L. Rigoni, Barillà; Siligardi, Inglese, Gervinho.
ROMA (4-2-3-1): Olsen; Florenzi, Fazio, Manolas, Kolarov; Cristante, Nzonzi; Under, Zaniolo, Perotti; Dzeko.

Inter, alla ricerca di conferme a Empoli

C'è anche la terza forza in campionato, l'Inter di scena ad Empoli. Una trasferta che sulla carta non dovrebbe avere storia alcuna ma che attende in campo la migliore squadra per Spalletti a conferma di una continuità che da sempre è tallone d'Achille. Attenzione a La Gumina e Caputo con l'ex capocannoniere della B che si è trovato subito a proprio agio in Serie A. Delusione per chi sperava di vedere Lautaro dal primo minuto: il Toro resta ancora in panchina con Icardi in avanti. Senza Brozovic squalificato, Vecino a dare concretezza alle geometrie di Borja Valero e Joao Mario.

EMPOLI (3-5-2): Provedel; Veseli, Rasmussen, Silvestre; Untersee, Traorè, Bennacer, Acquah, Pasqual; Caputo, La Gumina.
INTER (4-3-3): Handanovic; Vrsaljko, Skriniar, de Vrij, Asamoah; Vecino, Gagliardini,Joao Mario; Politano, Icardi, Perisic.

Immobile e Belotti, i due bomber di Lazio e Torino che puntano all’azzurro dell’Italia di Mancini
in foto: Immobile e Belotti, i due bomber di Lazio e Torino che puntano all’azzurro dell’Italia di Mancini

Immobile sfida Belotti in Lazio-Torino

Lazio-Torino è una sfida diretta per capire le reali potenzialità delle squadre di Inzaghi jr e di Mazzarri: entrambe arrivano da successi importanti, all'Olimpico ci sarà anche il confronto diretto tra i due bomber italiani e in odore di Nazionale, Immobile e Belotti. Genoa-Fiorentina appare invece quasi un'ultima spiaggia per le due squadre reduci da sconfitte e polemiche per una stagione fin qui deludente. Partita interessante anche a Reggio Emilia tra Sassuolo e Atalanta, ex rivelazioni e oramai piacevoli conferme di A. Chiudono Chievo-Frosinone e Udinese-Cagliari valide come sfide salvezza.

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Milikovic-Savic, Lulic; Luis Alberto; Immobile.
T
ORINO (3-5-2): Ichazo; Izzo, Nkoulou, Moretti: Ola Aina, Meitè, Rincon, Ansaldi; Iago Falque; Zaza, Belotti.

GENOA (3-5-2): I. Radu; Biraschi, Romero, Criscito; Romulo Hiljemark, Veloso, Bessa, Lazovic; Kouamè, Piatek.
FIORENTINA (4-3-3): Lafont; Laurini, Pezzella, Ceccherini, Biraghi; Edimilson, Veretout, Benassi; Chiesa, Simeone, Pjaca.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Marlon, Magnani, Lemos; Lirola, Bourabia, Magnanelli, Sensi, Rogerio; Berardi, Babacar.
ATALANTA (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Palomino, Masiello; Hateboer, Freuler, Pessina, Gosens; Ilicic; Gomez, D. Zapata.

UDINESE (3-5-2): Musso; Opoku, Nuytinck, Ekong; Stryger Larsen, Barak, Behrami, Mandragora, Pezzella; Lasagna, Pussetto.
CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Romagna, Padoin; Dessena, Bradaric, Barella; Ionita; Pavoletti, Farias.

CHIEVO (4-3-1-2): Sorretino; Bani, Rossettini, Barba; Depaoli, Hetemaj, Radovanovic, Jaroszynski; Giaccherini, Meggiorini, Pellissier.
FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Ariaudo, Krajnc; Zampano, Chibsah, Maiello, Cassata, Beghetto; Ciano, Ciofani.

Koulibaly e Insigne non ci saranno contro il Bologna, squalificate dal Giudice Sportivo
in foto: Koulibaly e Insigne non ci saranno contro il Bologna, squalificate dal Giudice Sportivo

Napoli senza Insigne e Koulibaly a difesa del secondo posto

Alle 18, di scena il Napoli al San Paolo. Di fronte un disperato Bologna in un match in cui Pippo Inzaghi si gioca il proprio futuro. Una mission impossible con gli azzurri feriti e rabbiosi dal ko polemico di San Siro. Per Ancelotti più del Bologna preoccupano le assenze forzate per squalifica: Insigne e Koulibaly sono stati fermati dal Giudice Sportivo. L'idea di fondo è un 4-4-2 con il duo Mertens-Milik per sfondare la difesa felsinea

NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic, Albiol, Ghoulam; Callejon, Allan, Diawara, Zielinski; Milik, Mertens.
BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander; Mattiello, Poli, Pulgar, Orsolini, Krejci; Santander, Palacio.

Delusione Higuain: a secco da 9 partite con la Spal a San Siro non può fallire
in foto: Delusione Higuain: a secco da 9 partite con la Spal a San Siro non può fallire

L'ultima chance di Gattuso contro la Spal

Infine il match delle 20.30, altro spartiacque questa volta per il Milan. A San Siro i rossoneri di Gattuso si giocano tutto, prima di una pausa che potrebbe portare anche cambiamenti tecnici in caso di prova negativa. Se dovesse accadere il peggio le opzioni sono diverse, tra cui l'arrivo in panchina di Leonardo fino a fine stagione, in attesa di investire forte su un top manager in estate. Per i rossoneri occhi puntati su Higuain a secco da 9 gare al quale verranno affiancati Cutrone e Castillejo. Per i ferraresi, classico 3-5-2

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessié, Bakayoko, Calhanoglu; Suso, Higuain, Cutrone.
SPAL (3-5-2): Gomis; Cionek, Vicari, Felipe; Dickmann, Missiroli, Schiattarella, Kurtic, Fares; Antenucci, Petagna.