Il mondo del calcio scozzese è col fiato sopseso per le condizioni di salute di Jackie McNamara: ex bandiera del Celtic e protagonista anche con la maglia della nazionale tra il 1996 e il 2005. Diventato successivamente allenatore e oggi collaboratore tecnico del Dunfermline (club che milita nella Scottish Championship), McNamara è stato infatti ricoverato d'urgenza a York (e poi trasportato nell'ospedale di Hull) e operato per un'emorragia cerebrale che lo ha colpito sabato scorso, facendolo crollare a terra mentre stava rientrando a casa dopo aver portato a spasso il suo cane.

L'ex capitano del Celtic, dopo le prime cure, è stato così sottoposto ad intervento chirurgico: un'operazione che, secondo le ultime notizie fornite dai medici dell'ospedale della cittadina inglese di Hull, si sarebbe conclusa positivamente. "Jackie è sveglio e parla", ha infatti rivelato un amico su Twitter. Una notizia che ha ovviamente toccato tutti i tifosi scozzesi, che stanno seguendo da vicino il ricovero di McNamara.

Il tweet della figlia Erin e le parole dei medici

"Possiamo confermare che Jackie McNamara è stato ricoverato da noi domenica sera, ed è attualmente curato nella nostra unità di terapia intensiva. Le sue condizioni sono comunque critiche ma stabili – ha dichiarato alla stampa un portavoce dell'Hull University Teaching Hospitals – Stiamo supportando sia Jackie che la sua famiglia, che in questo momento difficile ha chiesto il rispetto della loro privacy".

Sposato e padre di tre figli di 22, 15 e 14 anni, Jackie McNamara ha trascorso dieci anni al Celtic (scendendo in campo in ben 256 partite) e vinto con la squadra di Glasgow quattro titoli, tre coppe scozzesi e vari altri premi individuali e di squadra. "Voglio ringraziare tutti per le parole gentili e di supporto – ha twittato la figlia Erin sul suo profilo – Mio padre sta ricevendo le migliori cure possibili".