Nell’ultimo incontro di campionato Domenico Berardi ha realizzato una tripletta alla Sampdoria ed è diventato il capocannoniere della Serie A. Il Sassuolo, che aveva perso la prima partita di campionato, si è rimesso subito in carreggiata grazie al suo giocatore simbolo che non è mai stato sul mercato, anche se le richieste non sono mancate. Il d.s. Carnevali ha rivelato che in parecchi hanno chiesto ai nero-verdi il venticinquenne attaccante, ma il club del presidente Squinzi ha detto no a tutti:

Domenico Berardi è la nostra bandiera. Abbiamo ricevuto diverse richieste per lui, sia dall'Italia che dall'estero, ma il nostro percorso di crescita coinvolge anche lui.

Berardi è intoccabile

L’uomo mercato del Sassuolo, parlando con Radio Sportiva ha detto che Berardi, che con 77 gol è il miglior bomber all-time del club emiliano (231 le presenze), un giorno andrà via ma per ora entrambe le parti vogliono continuare assieme:

Magari un giorno le strade si separeranno ma in questo momento c'é voglia di andare avanti. Non è stato vicino alla cessione, perché non abbiamo neanche fatto una valutazione economica su di lui; per noi è  sempre stato incedibile, anche se sono arrivate proposte da più società.

Demiral e Sensi

Il Sassuolo che punta forte su De Zerbi: C'è un progetto per continuare insieme, ci sono tutte le condizioni per andare avanti”, nel corso di questa sessione di mercato ha ceduto Demiral alla Juventus e il centrocampista Sensi all’Inter, due giocatori di grandissimo valore secondo il d.s. Carnevali:

Demiral è un ragazzo serio, un vero professionista. Credo che sia un giocatore molto forte, destinato a essere titolare nella Juventus. Siamo soddisfatti di aver realizzato questa cessione, come quella di Sensi all'Inter. Con noi Stefano ha ricoperto più ruoli, ha la possibilità di giocare in più zone del campo. Ha bisogno di tempo per riuscire a esprimere tutte le sue qualità ma è sicuramente un grande acquisto quello fatto dai nerazzurri.