Inizio di stagione da incubo per la Sampdoria, in campo e non solo. Eusebio Di Francesco è prossimo all'addio dopo le 6 sconfitte in 7 giornate (ultima quella pesantissima contro il Verona), e la trattativa per la cessione del club è ufficialmente saltata. CalcioInvest, società che puntava sulla grande gloria Gianluca Vialli si è ritirata dalla trattativa con il presidente Ferrero: troppo alta la richiesta da 100 milioni di euro.

Sampdoria, salta la trattativa per la cessione del club con CalcioInvest del gruppo di Vialli

La notizia era nell'aria già da alcuni giorni, ma adesso è diventata ufficiale. Salta la trattativa per la cessione della Sampdoria, con CalcioInvest che ha formalizzato la scelta di ritirarsi dalla corsa all'acquisto del club del capoluogo ligure. A comunicarlo è stata la stessa società che puntava su Gianluca Vialli come uomo immagine a cui affidare la presidenza del club e contava sulle risorse finanziarie di Jamie Dinan e Alex Knaster. "Al termine di un lungo ed attento processo di due diligence, svolto con entusiasmo e professionalità, Calcioinvest ha valutato eccessiva la richiesta economica dell'attuale proprietà". Il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero chiedeva 100 milioni. Una situazione che rischia di aumentare ulteriormente il malumore dei tifosi nei confronti dell'attuale dirigenza.

La risposta di Ferrero a CalcioInvest

Dirigenza che ha risposto a CalcioInvest con un'ulteriore nota in cui ha ribadito che la valutazione della rosa non può diminuire in base alla posizione di classifica: "Abbiamo preso atto, tramite media, della decisione di CalcioInvest di ritirarsi, per la seconda volta, dalla trattativa avente ad oggetto l’acquisizione di U.C. Sampdoria S.p.a. Lasciando in disparte ogni questione di carattere legale, non possiamo non ribadire che la valutazione del club è sempre stata quella indicata in più lettere di intenti da tempo sottoscritte dalle Parti, valutazione che non può certo essere ridotta a causa di una momentanea situazione di classifica, assolutamente contingente, che non rispecchia il valore della squadra e dalla quale, come sempre abbiamo dimostrato, usciremo continuando a fare il nostro lavoro in piena unità e armonia. Ringraziamo la San Quirico per la grande disponibilità che ha dato per contribuire alla chiusura positiva della trattativa. Crediamo infine che, anche per senso di responsabilità verso i tifosi, l’unico modo per concludere una trattativa così lunga sia quello di dare esecuzione ai documenti precontrattuali sottoscritti dalle Parti, nella piena conoscenza della situazione economico-finanziaria e patrimoniale del club".

Sampdoria, Di Francesco verso l'addio. I possibili sostituti

Nel frattempo destino segnato per Eusebio Di Francesco. Dopo l'ultimo tonfo di Verona (6a sconfitta in 7 giornate di campionato), l'avventura dell'ex mister della Roma a Genova sembra essersi ormai conclusa. Secondo "Il Secolo XIX", nell'incontro tra il tecnico e il patron Ferrero nella giornata di ieri, è stata concordata la separazione che dovrebbe concretizzarsi con la formula della risoluzione consensuale del contratto, su cifre che saranno valutate nelle prossime ore. In pole per la sostituzione di Di Francesco, c'è Iachini con Pioli che sembra destinato ad accettare la proposta del Genoa