Per uno scherzo del destino Claudio Ranieri riprenderà la sua avventura professionale in Serie A proprio contro la Roma, meteo permettendo. Il nuovo allenatore della Sampdoria farà il suo esordio proprio contro la compagine della sua città, allenata fino a pochi mesi fa. Un incrocio particolare e che sicuramente farà vivere emozioni uniche all'esperto tecnico che dovrà necessariamente far punti, per cercare di risollevare le sorti blucerchiate, dopo il brutto avvio di stagione.

Claudio Ranieri ritrova la Roma da avversario, alla prima con la Sampdoria

Sampdoria-Roma è una delle gare più intriganti dell'8a giornata di Serie A. Il match è in programma alle ore 15 di domenica 20 ottobre, anche se il rischio di un rinvio è concreto a seguito delle difficili condizioni meteo. Se la pioggia dovesse concedere una tregua (trapela un certo ottimismo), allora Claudio Ranieri potrà fare il suo esordio in blucerchiato. L'esperto allenatore ha raccolto l'eredità di Eusebio Di Francesco, proprio come accaduto nella scorsa stagione sulla panchina della Roma. Quella Roma che ora per uno scherzo del destino Ranieri si ritroverà di fronte, da avversario.

Ranieri obbligato a fare risultato in Sampdoria-Roma

Claudio Ranieri ha allenato la Roma nel finale della scorsa stagione. Chiamato per sostituire Di Francesco, il manager romano doc, ha guidato la squadra fino alla fine del campionato, centrando la qualificazione all'Europa League. Sostituito da Paulo Fonseca, l'ex campione d'Inghilterra con il Leicester è rimasto momentaneamente senza squadra fino alla chiama di Massimo Ferrero, patron doriano che non ha mai fatto mistero della sua fede romanista. E dopo la sosta per gli impegni delle nazionali, il calendario ha subito messo Ranieri di fronte al suo passato, con la necessità di uscire dal Ferraris con un risultato positivo per smuovere una classifica assai deficitaria (la Samp è ultima con 3 punti in 7 giornate)

Il ricordo di Roma-Samp del 2010, quando Ranieri vide sfumare il sogno scudetto

L'incrocio tra Sampdoria e Roma non evoca sicuramente ricordi positivi nella mente di Claudio Ranieri. Impossibile non ripensare al confronto dell'Olimpico della stagione 2009/2010, quando i giallorossi furono sconfitti 2-1 dai blucerchiati trascinati da una doppietta di Pazzini. Una sconfitta che di fatto spense i sogni di scudetto di Ranieri, allora allenatore dei capitolini, consegnando il titolo all'Inter.