Trotta, Rodriguez, Politano, Florenzi. Tutti hanno un unico comune denominatore che si chiama Emiliano Viviano. Il portiere della Sampdoria è riuscito infatti a fermare i tiri dal dischetto di tutti questi quattro giocatori, confermando una spiccata propensione per intuire le scelte di chi si presenta a calciare un rigore.

Solo Higuain ha superato Viviano

Tanto che da ieri è diventato il migliore estremo tra tutti i principali campionati europei superando una nutrita concorrenza e poco conta se sulla sua corta ribattuta il Crotone abbia comunque segnato un gol. L'unico a superare dal dischetto Viviano in questa stagione è stato Gonzalo Higuain che lo scorso 19 novembre ha trovato la via del gol dagli undici metri: inutile, visto che i blucerchiati vinsero 3-2 contro la Juve.

21° penalty fermato, il 12° in A

Le vittime di Viviano aumentano di stagione in stagione. Oltre ai quattro sopracitati giocatori che hanno fallito dal dischetto al cospetto del portiere si aggiungono anche nomi più importanti che nel corso del tempo almeno una volta hanno capitolato. Campioni del calibro di Pato, Candreva, Berardi. In carriera Emiliano Viviano ad oggi ha fermato 21 rigori e più della metà (12) li ha bloccati in Serie A.

Ulreich superato

Ma il dato ancor più sorprendente, e gratificante, è che Viviano oggi è il primo portiere in Europa ad aver già fermato 4 penalty. Nessuno come lui fino a questo momento tra i massimi campionati continentali. Sul podio al secondo posto c'è Sven Ulreich, il portiere classe '88 che ha sostituito l'infortunato Neuer tra i pali del Bayern Monaco. Per il tedesco sono stati tre i rigori parati fino a oggi.

Anche Cragno sul podio

Al terzo posto c'è poi un gruppo folto di inseguitori: Navas del Real Madrid, Oblak dell'Atletico Madrid, Neto del Valencia e Asenjo del Villarreal, ma anche Lopes del Lione, e un altro rappresentante della Serie A, Cragno. Il portiere del Cagliari è stato capace di ipnotizzare Diego Perotti nella sfida contro la Roma e Alessandro Matri in quella contro il Sassuolo.