Il brutto episodio che ha visto coinvolto Marco van Basten continua a far discutere. Quel "Sieg heil!" catturato dai microfoni dall'emittente televisiva Fox, alla fine della partita Ajax-Heracles, sta infatti creando non pochi problemi all'ex Pallone d'Oro rossonero. Dopo l'ondata di critiche e polemiche e la successiva sospensione dal suo ruolo di opinionista televisivo, l'ex attaccante è stato anche cancellato dalla Electronic Arts: la software house conosciuta in tutto il mondo per aver realizzato e lanciato sul mercato il famoso videogioco Fifa 20.

Fino ad oggi inserito nell'ultima edizione del gioco tra le icone leggendarie, Marco van Basten è stato dunque temporaneamente sospeso, ‘fino a nuovo ordine' hanno fatto sapere i programmatori, dai pacchetti di Fifa Ultimate Team (FUT) nelle due modalità sfide creazione rosa (SCR) e Draft. A comunicare questa importante novità agli utenti è stata la stessa Electronic Arts con un messaggio inserito all'interno del gioco.

Il comunicato ufficiale della Ea Sport

"Siamo a conoscenza delle recenti dichiarazioni di Marco van Basten –  si legge nella nota ufficiale – Poiché intendiamo rispettare il nostro impegno in favore dell’uguaglianza e della diversità all’interno del nostro gioco, abbiamo deciso di escludere gli oggetti ‘icona' di Marco Van Basten dai pacchetti, dalle SCR e da Fut Draft fino a nuovo ordine". Per i videgiocatori che avevano acquistato la card dell'olandese, ci sarà la possibilità di continuare a usarla e scambiarla con altri giocatori in cambio di Fut Coins: la moneta virtuale utilizzata per comprare altri giocatori in Fifa 20. L'ultimo giocatore che fu tolto dal famoso titolo della EA Sports fu il povero Emiliano Sala, che in seguito alla sua morte dello scorso 21 gennaio venne cancellato dal gioco in segno di rispetto.