A poche ore dalla vittoria contro il Manchester City in Premier League, Mohamed Salah è costretto a fermarsi a causa di un problema alla caviglia sinistra. Lo ha comunicato la federazione egiziana, dopo che il giocatore del Liverpool ha raggiunto il ritiro della sua nazionale in vista delle due prossime partite contro Kenya e Isole Comore: sfide valide per le qualificazioni alla prossima Coppa d'Africa.

L'annuncio è arrivato dai canali social dell'EFA (la federcalcio egiziana), che ha testimoniato l'infortunio con alcune fotografie eloquenti (si vede l'attaccante con un tutore al piede sinistro) e raccontato dei test medici effettuati nelle ultime ore e del successivo forfait causato dallo stesso problema già emerso nelle scorse settimane. Salah aveva infatti già sofferto di dolori alla caviglia durante il match con il Leicester del 5 ottobre scorso e aveva dovuto lasciare il campo in occasione del 2-1 sul Tottenham di due settimane fa.

Klopp spera di averlo a disposizione per il Napoli

Nonostante l'infortunio, Salah aveva comunque deciso di raggiungere la sua nazionale per provare a scendere in campo nelle due gare di qualificazione di Coppa d'Africa: un desiderio che è però rimasto tale, dopo le visite mediche effettuate nel ritiro dei ‘Faraoni'. Salah dovrebbe dunque rientrare a Liverpool a breve e sottoporsi ad altri esami per valutare l'entità dell'infortunio e i tempi di recupero e del suo ritorno in campo.

Di fronte a questo inaspettato stop, l'ex giocatore di Fiorentina e Roma dovrebbe saltare precauzionalmente la partita di Premier League contro il Crystal Palace, in programma il prossimo 23 novembre, per tentare di essere a disposizione di Jurgen Klopp quattro giorni più tardi quando i Reds ospiteranno il Napoli ad Anfield per la partita di Champions League.