Lorenzo Insigne non prenderà parte alla supersfida tra il Liverpool e il Napoli, a causa del fastidio al gomito per la botta rimediata contro il Milan. Oltre ai problemi fisici però la situazione tra il giocatore e il club è molto tesa: secondo quanto riportato infatti da La Gazzetta dello Sport, è rottura totale tra le parti dopo che il presidente Aurelio De Laurentiis avrebbe deciso di comminare al numero 24 una multa salata per l'ormai noto ammutinamento post-Salisburgo. Dovrebbe infatti essere lui e non Allan il più "stangato" della rosa azzurra.

Napoli, rottura De Laurentiis-Insigne. La multa per il capitano azzurro

Mano pesante di Aurelio De Laurentiis nei confronti di Lorenzo Insigne. Tra le multe ai giocatori inviate nella giornata di ieri tramite raccomandata, quella comminata a Lorenzo Insigne è la più alta: secondo quanto riportato infatti da La Gazzetta dello Sport, l'attaccante (e non Allan come si pensava inizialmente) è quello che dovrebbe pagare la sanzione più pesante. Sia per lui, che per il brasiliano infatti, multa del 50% sullo stipendio mensile lordo, ma per il numero 24 la mazzata è più pesante in caso di riconoscimento di colpevolezza in quanto guadagna di più del compagno. Insigne dunque potrebbe pagare 350mila euro lordi, contro i 200mila del compagno.

Perché De Laurentiis ha multato in maniera più salata Lorenzo Insigne

Perché la dirigenza del Napoli ha deciso di stangare Lorenzo Insigne? Secondo le indiscrezioni della rosea infatti, De Laurentiis avrebbe riconosciuto nel capitano il capo della rivolta, il "masaniello" (il protagonista della rivolta napoletana che vide, dal 7 al 16 luglio 1647, la popolazione della città insorgere contro la pressione fiscale imposta dal governo vicereale spagnolo) che insieme ad Allan e Mertes avrebbe convinto anche i compagni a dire no al ritiro dopo il match contro il Salisburgo.

Cosa succederà ora in casa Napoli

Una situazione che se confermata aprirebbe dunque ad una nuova rottura tra la dirigenza e Lorenzo Insigne, dopo le situazioni già tese dei giorni scorsi. Per ora testa alla Champions e al delicato match contro il Liverpool, che Insigne guarderà in tv, alla luce della mancata convocazione per il problema al gomito. Dopo la sosta europea però grande curiosità per capire come questa situazione inciderà anche sulle possibili scelte di Ancelotti.