Patrik Schick nelle ultimissime ore di mercato lascia la Roma, che ha ceduto in prestito secco e oneroso il giocatore ceco al Lipsia, squadra ambiziosa che ha iniziato benissimo la Bundesliga, ha sempre vinto ed è al comando. Questo il comunicato con cui il club giallorosso ha ufficializzato la cessione:

La Roma annuncia di aver ceduto Patrik Schick al Lipsia a titolo temporaneo, fino al 30 giugno 2020.

Le cifre della cessione di Schick al Lipsia

Nello stesso comunicato la Roma ha svelato anche le cifre dell’accordo. La Roma incasserà oltre 3 milioni per il prestito. I tedeschi hanno la possibilità di acquistare Schick a titolo definitivo tra un anno, sborsando 29 milioni di euro:

La Roma incasserà un corrispettivo fisso di 3,5 milioni di euro e di una somma variabile di 0,5 milioni di euro per bonus legati al raggiungimento da parte del calciatore di determinati obiettivi sportivi. L’accordo prevede il diritto di opzione per l'acquisizione a titolo definitivo, in favore del Lipsia, a fronte di un corrispettivo di 29 milioni di euro, in caso di qualificazione della società tedesca alla Champions League 2020-21.

Le deludenti stagioni di Patrik Schick con la Roma

I giallorossi lo acquistarono nell’estate del 2017. Sembrava un gran colpo di mercato, Schick aveva strabiliato con la Sampdoria, tanti gol, alcuni di grande fattura. Nella Capitale il giocatore si è perso, due stagioni anonime, errori a raffica e pochissimi reti, 8 in 58 partite (5 in campionato e 3 in Coppa Italia). Il valore di Schick non si discute, ma a Roma ha deluso mentre in Nazionale ha sempre brillato, 8 gol in 18 partite, nelle ultime cinque ne ha segnati quattro. Probabilmente respirare aria nuova lo aiuterà. Con il Lipsia cercherà di vincere la Bundesliga, anche se sarà dura battere il solito Bayern Monaco, e giocherà anche la Champions League, nel girone sfiderà Benfica, Lione e Zenit.