Dopo gli infortuni di Lorenzo Pellegrini e Henrix Mkhitaryan, il primo già operato per la frattura del quinto metatarso del piede destro, il secondo alle prese con una lesione tendinea all'adduttore che lo terrà fuori dal campo per tre settimane, Paulo Fonseca deve ora fare i conti anche con il problema di Davide Zappacosta. Il giocatore ex Chelsea, arrivato alla Roma in questa estate di mercato e già fermato nei giorni scorsi da un guaio muscolare, ha infatti accusato un problema al ginocchio destro durante l’allenamento di questa mattina.

L'infortunio al ginocchio di Zappacosta

Un infortunio che lo staff medico giallorosso ha valutato in queste ore, con il giocatore che è stato sottoposto alla risonanza magnetica per capire l'entità del suo stop. Il quotidiano romano "Il Tempo" aveva scritto che il problema era serio. E purtroppo quelle indiscrezioni si sono confermate. Zappacosta si è rotto il legamento crociato: un problema. Il giocatore forse già domani verrà operato e dovrà stare fuori a lungo.

La sfortuna di Zappacosta

Il ventisettenne cresciuto nelle giovanili dell'Atalanta ed esploso anni più tardi con la maglia del Torino, era rientrato tra i convocati proprio in occasione della sfida di Europa League con il Wolfsberger: pareggiata dalla formazione capitolina nella giornata di ieri. Al suo rientro, e al suo primo allenamento nel centro sportivo romanista, Zappacosta si è però dovuto fermare per questo infortunio che rischia di compromettere tutta la sua stagione giallorossa. Il comunicato della Roma:

Nel corso della seduta odierna di allenamento, Davide Zappacosta ha riportato in modo del tutto fortuito la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Al calciatore va la vicinanza del Club, assieme all’augurio di pronta guarigione.

Il messaggio di Zappacosta: Pronto a lavorare duro

Dopo l’operazione, il calciatore ha voluto mandare tramite social un messaggio ai tifosi e queste sono le parole del difensore della Roma su Instagram:

Questa volta il colpo è stato duro, inaspettato! Ma non sarà mai duro quanto tutti i sacrifici che ho fatto per arrivare dove sono ora! Ringrazio il Prof. Mariani per l’intervento, e tutti coloro che mi sono stati e mi saranno vicini, siete la mia forza! Sono già pronto per lavorare duro e tornare più forte di prima!