La Juventus vince 2-1 in casa della Roma e chiude il girone d'andata della Serie A 2019/2020 da ‘Campione d'inverno', superando l'Inter in testa alla classifica. I bianconeri passano all'Olimpico grazie ad una partenza super e ad una gestione sapiente dell'incontro, fatta eccezione per qualche frangente di sofferenza sotto la spinta della Roma nel finale. La partita lascia in eredità, oltre che una nuova situazione di classifica, due infortuni piuttosto seri: quelli di Demiral e soprattutto Zaniolo, uscito in lacrime dolorante al ginocchio.

Demiral-Ronaldo, terrificante uno-due della Juventus

L'inizio della Juventus è clinicamente feroce. I bianconeri entrano in campo con idee chiare e determinazione che la Roma non riesce neanche ad avvicinare. E nel giro di pochi minuti si portano sullo 0-2 in un Olimpico gelato dal terrificante uno-due. Prima Demiral trova la deviazione vincente su un calcio di punizione di Dybala, poi è lo stesso argentino a guadagnarsi con furbizia e maestria un calcio di rigore che Cristiano Ronaldo realizza senza problemi. La Juventus si ritrova così in pieno controllo della partita praticamente dall'inizio, con la Roma colpita nel morale, protagonista di una reazione coraggiosa ma timida. I giallorossi si fanno vedere dalle parti di Szczesny ad intermittenza, ma il finale di primo tempo fa notizia soprattutto per i brutti infortuni rimediati da Demiral e Zaniolo.

Il ritorno della Roma che spaventa la Juventus

La ripresa parte sui binari che si erano consolidati già nel primo tempo: la Juventus gestisce senza creare opportunità per il tris ma allo stesso tempo senza rischiare granchè dalle parti di Szczesny. La Roma sembra quasi sotto shock per l'infortunio di Zaniolo, incapace di cambiare passo e accelerare per mettere in difficoltà la Juve. Serve una scintilla per accendere l'Olimpico ed è quella che si presenta poco dopo l'ora di gioco con il palo colpito da Edin Dzeko dal nulla, dopo una bella azione manovrata della Roma. I padroni di casa prendono coraggio e cominciano a spingere, trovando impreparata una Juve che credeva di aver già chiuso l'incontro. E così Alex Sandro pasticcia su un pallone vagante in area e regala alla Roma il rigore dell'1-2, realizzato dall'infallibile Perotti. Sarri toglie dal campo Dybala (arrabbiato per il cambio) e si gioca la carta Higuain: il Pipita trova anche la via del gol, ma viene pescato in fuorigioco dopo il tocco ritardato di Ronaldo. Il finale è inevitabilmente tutto di un arrembante Roma, ma la Juventus tira fuori carattere ed esperienze e resiste nella bolgia dell'Olimpico, conquistando tre punti fondamentali nella corsa Scudetto.

Tabellino Roma-Juventus

ROMA-JUVENTUS 1-2

MARCATORI: 3′ Demiral (J), rig. 10′ Cristiano Ronaldo (J), 68′ rig. Perotti (R)

ROMA (4-2-3-1): Pau Lopez 6.5; Florenzi 5.5, Mancini 6.5, Smalling 5.5, Kolarov 5; Diawara 6.5, Veretout 5 (dal 66′ Cristante 6); Zaniolo 6 (dal 36′ Under 6), Pellegrini 5.5, Perotti 6 (dal 82′ Kalinic sv); Dzeko 6.5. All. Fonseca 6.

JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny 6.5; Cuadrado 5.5, Demiral 7 (dal 19′ de Ligt 6.5), Bonucci 6, Alex Sandro 5.5; Rabiot 6.5, Pjanic 5.5, Matuidi 6; Ramsey 5.5 (dal 69′ Danilo 5.5); Dybala 6.5 (dal 69′ Higuain 5.5), Cristiano Ronaldo 6.5. All. Sarri 6.