Un altro infortunio per un calciatore della Roma. Questa volta è costretto a fermarsi Bryan Cristante. Il centrocampista friulano ha dovuto lasciare il campo al settimo minuto della partita di Marassi con la Sampdoria. Sconsolato il calciatore al momento dell’uscita e pure in panchina. Cristante rischia di fermarsi per un mese. L’ex dell’Atalanta rischia di saltare almeno sei partite. Un bel problema per i giallorossi che hanno fuori anche altri due centrocampisti: Diawara e Pellegrini, entrambi torneranno tra più di un mese.

L’infortunio di Cristante

Il problema degli infortuni non accenna a terminare per la Roma. Contro la Sampdoria è uscito per via di un problema all’inguine della coscia destra Bryan Cristante. I giallorossi che ora perdono un giocatore fin qui importante e sempre presente (dieci partite su dieci tra campionato e coppe) come Cristante, utilissimo anche in zona gol.

Quando tornerà Cristante e quante partite salta

Il centrocampista se il problema muscolare sarà leggero dovrà fermarsi almeno due settimane, se invece sarà intermedio dovrà guardare i compagni dai box per un mese. Un’assenza pesante considerato il tour de force, sei partite in tre settimane per la Roma, incluse le gare casalinghe contro Milan e Napoli e la doppia sfida di Europa League con il Borussia Moenchengladbach, capolista in Bundesliga.

Gli infortuni della Roma e i grossi problemi a centrocampo

Fonseca gioca con il 4-2-3-1, di centrocampisti da piazzare davanti alla difesa non ne ha moltissimi e tra questi ci sono gli infortunati Lorenzo Pellegrini e Diawara e ora nell’elenco degli indisponibili si è aggiunto Cristante. Resta un solo centrale puro, Veretout. Fonseca dovrà adattarne uno tra Mkhitaryan, Pastore, Fazio o Perotti, che ha le caratteristiche tecniche per fare il regista basso, ma certo i giallorossi così saranno sbilanciati perché non hanno al momento un centrocampista di quantità a disposizione in rosa.