Si avvicina la sfida tra Juventus e Roma che sarà il match di cartello della 19a giornata di campionato. Ovviamente occhi puntati sui bianconeri di Sarri che hanno ripreso il ritmo infernale per scrollarsi di dosso l'Inter di Conte che resta incollata in vetta. Ma anche attenzione sui giallorossi di Fonseca che dovranno reagire al meglio dopo il brutto capitombolo interno contro il Torino di Belotti. Per la Roma un test-match che sancirà in linea definitiva quali saranno le reali ambizioni della squadra.

L'appuntamento è per il posticipo di domenica sera, quando la Roma tenterà nell'impresa di fermare la Juventus, missione fino ad oggi riuscita ad una sola squadra (due volte), la Lazio. Uno stimolo in più per i giallorossi nel gettare il cuore oltre il classico ostacolo provando il tutto per tutto: un risultato differente dal successo in Capitale verrebbe vissuto come una sconfitta. Per questo il tecnico portoghese sta cercando sin da ora di caricare l'ambiente, giocando d'anticipo contro la sfortuna (per i tanti infortuni) e sfidando in campo aperto il suo connazionale più illustre: Cristiano Ronaldo.

La sfida diretta a Cristiano

L'ultimo tabù sfatato da Cr7 (non aveva mai segnato al Cagliari, ultimo club che mancava nella lista delle squadre affrontate in Italia) mette ansia alla difesa giallorossa non impeccabile di questi tempi. Fonseca lo sa ed è proprio su Cristiano che pone l'interesse principale: "Non so cosa gli dirò e se gli parlerò Di certo voglio una cosa: che dopo la partita sia arrabbiato". A margine di un evento di moda in Capitale, l'allenatore ha poi ampliato il ragionamento: "Il singolo non è determinante: giocheremo contro la Juve, una grande squadra con giocatori importanti e con un grande allenatore"

La presenza in dubbio di Zaniolo

Il punto focale è chi riuscirà tra i giallorossi ad essere presente. La sfortuna ha vestito i colori della Roma, visto che anche Zaniolo è a forte rischio presenza. Il ginocchio è gonfio, il giocatore è a riposo ma il tecnico prova a essere ottimista: "Ritengo che contro la Juventus sarà presente, al momento è presto. Intervenire sul mercato? non ci penso, io penso alla Juve".

Gli altri infortunati, Cristante e Mkhitaryan

Se Zaniolo può essere sulla via del recupero e  Bryan Cristante va verso il rientro, c'è però Henrikh Mkhitaryan che si è fermato ancora. L'armeno ha subito un risentimento alla coscia, un infortunio che lo ha messo ko per le prossime 48 ore e che difficilmente gli permetterà di tornare a disposizione in tempo per domenica sera quando ci sarà la Juventus da affrontare.