Anche i migliori possono sbagliare. A volte i tifosi non accettano esiti negativi in determinate situazioni delle partite ma si tratta di una regola che colpisce tutti. Lo stupore è notevole quando si verificano certi episodi e può diventare, addirittura, un evento da calendario. Oggi è toccato ad Aleksandar Kolarov. Il terzino serbo della Roma ha sbagliato un calcio di rigore al minuto 80 che avrebbe potuto chiudere con anticipo la partita dello stadio Via del Mare di Lecce senza lasciare spazio a sofferenze nel finale.

L'ultimo rigore sbagliato risale al 2010

L'errore dagli undici metri del numero 11 è una vera e propria novità nel calcio italiano, visto che l'ultima volta che aveva sbagliato un penalty risale addirittura al marzo del 2010. Da quando il calciatore giallorosso, che all'epoca militava nella Lazio, non ha fatto centro su calcio di rigore sono passati qualcosa come quasi tremila e cinquecento giorni fa ma il caso vuole che anche quella volta l'errore arrivò contro una pugliese, il Bari (che vinse 2-0).

Su 5 penalty tirati con la Roma ne ha fallito uno

Da quel giorno Kolarov ne ha calciati diversi, soprattutto in giallorosso, ed è uno dei migliori tiratori da fermo d'Europa, basti pensare che nelle punizioni è secondo solo a Messi negli ultimi tre anni. Tornando ai calci di rigore, il serbo ne ha calciati cinque con la Roma e ne ha sbagliato solo uno, ovvero quello di oggi, mentre con la Lazio ne ha segnato uno su due. Nel frattempo Kolarov ne aveva segnati altri, anche se non da rigorista ufficiale, con le maglie del Manchester City e della nazionale serba ma con l'errore di oggi la precisione dell'86% nel campionato italiano è scesa. Siamo piuttosto certi che Aleksandar non avrà problemi a ripresentarsi sul dischetto e avrà ancora più voglia di tornare al goal già dalla prossima occasione.