L’era James Pallotta si chiuderà a breve, quello che sembrava solo un socio dell'attuale numero uno della Roma invece sarà il prossimo proprietario del club capitolino. Il suo nome è Dan Friedkin, re della Toyota negli Stati Uniti e grande appassionato di cinema. Friedkin vanta un patrimonio personale da 4,1 miliardi di euro. Secondo alcune voci pare che questo imprenditore americano possa coprire per intero l’aumento di capitale della società, con un esborso da 150 milioni di euro. Non solo, sarebbe stato trovato anche l'accordo per la cessione del pacchetto di maggioranza per una cifra complessiva di 780 milioni di euro (compreso il debito di 270 milioni).

Dan Friedkin nuovo socio della Roma

La compagnia texana The Friedkin Group, guidata dal neo patron giallorosso e con base a Houston, è pronta a coprire l’aumento di capitale. Somma complessiva di 150 milioni di euro, da completare entro un anno (il 31 dicembre 2020), e a rilevare il timone dalle mani di Pallotta. Un investimento importante che almeno nella prima fase avrebbe dovuto rendere Friedkin socio di minoranza di Pallotta. Perché Friedkin ai suoi avvocati avrebbe detto di studiare la due diligence con gli advisor incaricati dal presidente giallorosso.

Chi è Dan Friedkin

Da tempo questo imprenditore americano pensa alla Roma, Pallotta lo sa e sarebbe felice di averlo come socio. Dan Friedkin è il re della Toyota negli Stati Uniti, ha la distribuzione in esclusiva in cinque stati federali americani e ha un patrimonio personale di 4,1 miliardi di euro, secondo l’ultima stima di Forbes. Non solo auto nel suo mondo. Perché Friedkin, da due anni, dopo la morte del padre Thomas, è a capo della holding di famiglia che gestisce 12 società. Si occupa anche di cinema: il suo gruppo ha prodotto ‘The Square’, vincitore della Palma d’Oro a Cannes nel 2017, il film su Paul Getty e ‘The Mule’ di Clint Eastwood. Sposato e padre di quattro figli, questo imprenditore americano è proprietario di tanti resort di lusso e organizza eventi di golf e safari.

Quanto costa la Roma

Le due banche d’affari Jp Morgan (che assiste l’imprenditore texano) e la Goldman Sachs (che segue Pallotta) hanno posto le basi della trattativa. Ma quanto costa la Roma? Pallotta valuta il club 800 milioni di euro, l'intesa tra le parti secondo le ultime notizie sarebbe stata raggiunta a quota 780 milioni. La Roma ha una composizione particolare. As Roma Spv Llc detiene il 100% di Neep Roma Holding, che a sua volta controlla oltre l’83% delle azioni giallorosse. Poi c’è un  4% in mano ad As Roma Spv Llc, anche questa facente capo al tycoon di Boston. Il che sostanzialmente vuol dire che oggi Pallotta detiene l’86,577% del pacchetto azionario della Roma, il resto delle azioni è nelle mani di piccoli azionisti sparsi in Borsa.