La Roma ha chiuso il suo calciomercato con obiettivi precisi che hanno fatto felice la piazza giallorossa. Novità importanti a partire dal tecnico, Paulo Fonseca, che ha sostituito Di Francesco e ben 9 volti nuovi, tutti di grande rilievo. Con una difesa rivoluzionata dopo la cessione di Manolas, sono arrivati i vari Spinazzola, Smalling, Cetin, Mancini e Zappacosta, senza tralasciare il nuovo portiere Pau Lopez. Innesti importanti anche a centrocampo con Diawara e Veretout. Il colpo di rilievo? Il rinnovo di Dzeko e l’arrivo di Kalinic e Mkhitaryan proprio nell'ultimo giorno di mercato. Vediamo dunque il bilancio di questa sessione di mercato da parte della Roma.

Tanti i volti nuovi in casa giallorossa

E’ arrivato il nuovo portiere Pau Lopez e tanti difensori. Prima Mancini dall’Atalanta, poi Spinazzola dalla Juve e successivamente il centrale Mert Cetin, Zappacosta dal Chelsea e Smalling dal Manchester United. Centrocampo nuovo con Diawara giunto dal Napoli per 21 milioni e Veretout dalla Fiorentina.

🛬 Nikola Kalinic 👋

A post shared by AS Roma (@officialasroma) on

I botti però sono arrivati in attacco con Kalinic arrivato dall’Atletico Madrid in prestito con diritto di riscatto fissato a 10 milioni e soprattutto Mkhitaryan sempre in prestito dall’Arsenal con diritto di riscatto fissato a 15 milioni di euro. Due autentici colpacci che faranno sicuramente comodo al gioco di Fonseca.

Diverse le cessioni eccellenti

Una campagna acquisti condizionata però, inevitabilmente, anche dalle cessioni. La prima, quella di Manolas al Napoli per 36 milioni e quella di El Shaarawy allo Shanghai Shenhua per 16. Importante anche l’addio a Luca Pellegrini, nell’ambito dello scambio con la Juventus che ha portato Spinazzola in giallorosso e Gerson, ceduto al Flamengo per 11,8 milioni.

I grossi investimenti in difesa poi, sono dovuti anche all’addio di Marcano, ritornato al Porto per 3 milioni che in termini numerici aveva lasciata scoperta la Roma. Con Kalinic e Mkhitaryan, a salutare Roma è stato Schick, passato al Lipsia proprio nell’ultimo giorno di mercato.

Mauro Icardi il colpo mancato

La Roma c’ha provato fino all’ultimo. I giallorossi volevano Icardi e hanno messo sul piatto proprio Dzeko da girare all’Inter pur di arrivare a Maurito. Prima un’offerta cash più il bosniaco, poi un rilancio e infine il ‘no’ secco del giocatore nonostante l’Inter avesse accettato tutte le condizioni dei giallorossi. Un piccolo rimpianto che comunque non ha deluso il tifo romanista visti anche i colpi di questa ultima giornata.

Cosa manca a questa Roma per diventare grande

Diciamo pure che il rinnovo di Dzeko e gli arrivi last minute di Kalinic e Mkhitaryan, hanno un pò aggiustato il tiro per quella che sembra essere una vera rivoluzione in casa Roma. Sistemata la difesa, forse serviva un giocatore con più esperienza a centrocampoCristante, Pellegrini, Diawara e Veretout hanno grandi qualità, ma forse un giocatore dell’esperienza di Daniele De Rossi, andava preso. Magari il tempo darà ragione al club..