Il Giudice Sportivo ha inflitto due giornate di squalifica al tecnico della Roma Paulo Fonseca, che al termine del match con il Cagliari ha protestato in modo veemente nei confronti dell'arbitro Massa, che lo ha subito espulso. Al tecnico giallorosso sono stati inflitti anche 10mila euro di multa. Il club è stato punito con una multa di 15mila euro per aver consentito l'ingresso in campo del preparatore atletico Nuno Romano, che ha applaudito l'arbitro quando la partita è finita e che non è ufficialmente nemmeno tesserato della Roma.

Perché il giudice sportivo ha squalificato Paulo Fonseca

Dopo la notifica del provvedimento di espulsione Fonseca si è avvicinato all'Arbitro con fare minaccioso e aggressivo urlando diverse volte una frase irrispettosa. Per quanto riguarda Nuno Romano, invece, la Roma viene punita con un’ammenda a titolo di responsabilità oggettiva per aver consentito l'ingresso nel recinto di giuoco di un preparatore atletico che non risulta, allo stato, essere tesserato, il quale applaudiva ironicamente in maniera continuativa il Direttore di gara, a cui si era avvicinato con atteggiamento aggressivo.

Squalificato anche Igor Tudor dell'Udinese

Nel corso di Fiorentina-Udinese è stato espulso l'allenatore croato che è stato squalificato per un turno: "per avere, al 18° del secondo tempo, contestato platealmente l'operato arbitrale entrando sul terreno di giuoco, assumendo un atteggiamento irrispettoso".

I calciatori squalificati dopo la 7a giornata

L'Atalanta è stata multata di 10mila euro per i cori discriminatori contro Dalbert, nel match contro la Fiorentina dello scorso 22 settembre. Un turno di squalifica per Saponara, Biraschi e Romero del Genoa, Strefezza della Spal, Calabria e Castillejo del Milan, Medel del Bologna e Lucas Leiva della Lazio. Saponara ha ricevuto anche una multa di 10mila euro per aver contestato dalla panchina una decisione dell'arbitro e per aver pronunciato un'espressione blasfema.