Incidere nel corso di un match non è cosa per tutti. Specie perché nel calcio esistono ruoli ben definiti e reparti con compiti precisi. Eppure, il numero #9, il #10 talvolta l’esterno d’attacco, figurano fra gli elementi più preziosi della rosa. Quelli cioè in grado di determinare una partita e mettere insieme gol o assist vincenti. E così, quando i campionati europei osservano un turno di riposo per gli impegni delle nazionali, ecco, fra passaggi chiave e reti, i talenti più decisivi del vecchio continente fra Serie A, Liga, Ligue 1, Bundesliga e Premier League.

Immobile, Werner e Lewandowski al top: nessuno come loro

Immobile: decisivo per definizione. Per il continuo movimento in attacco, per i costanti dialoghi con i compagni e per l’apporto sul rettangolo verde, lo è ovviamente per gol e, pure, per assist in questo suo eccezionale 2019. Da 24 reti, e il tassametro corre, e, focalizzando l’attenzione alla sola annata 2019/20, da 19 giocate vincenti, appunto, fra reti, 14, e passaggi chiave, 5.

Uno score eccellente, non eguagliato da nessuno e che fa ben sperare, in ottica nazionale, Mancini a pochi mesi dall’Europeo 2020. Uno score soltanto sfiorato da Lewandowski a quota 16, col suo contributo alla squadra che proviene solo dalle marcature a referto, proprio 16, e da Timo Werner che nel Lipsia colleziona 15 giocate risolutive. Così distribuite: 11 gol e 4 assist. Per un rendimento che sa di definitiva consacrazione e, sponda societaria, di sicura plusvalenza. L’estate 2020, del resto, è calcisticamente molto vicina e i club di mezza Europa sono sulle tracce dell’#11 di Stoccarda.

Vardy e Slimani chiudono la top five

A chiudere, poi, due calciatori che condividono, oltre al numero di giocate vincenti, un colore: il blu del Leicester. Con Vardy, attuale leader tecnico e offensivo delle Foxes, e Islam Slimani, con un passato da attaccante proprio fra le fila della formazione delle Midlands orientali. Due bomber che però si sono divisi, uno al Liecester, l’altro al Monaco, ma che non smettono di determinare e far bene nei rispettivi contesti. Tanto da raccogliere 13 giocate utili a testa, tanto da meritarsi l’ingresso in questa elitaria top five.

Messi e Benzema guidano la Liga

L’unico torneo scarsamente rappresentato, almeno nella top 5, è quello spagnolo. Incapace, per via di svariate ragioni, di presentare un top player, decisivo, con un quantitativo di gol e assist pari a 13. Tredici giocate non raggiunte da nessuno ma lambite da Benzema e Messi che per Real Madrid e Barcellona rappresentano due campioni assoluti al quale affidare la propria sorte e i destini dei due club, storicamente, antagonisti per il trono di campione nella Liga. E infatti, i due, in Spagna, risultano essere i talenti più risolutivi del contesto iberico con 12 giocate determinanti: 9 reti e 3 assist per il francese, 8 marcature e 4 passaggi chiave per la Pulga.