Serata dalle emozioni forti al Mapei Stadium, nel corso della sfida valida per il campionato di Serie C tra Reggiana e Sudtirol. Le due squadre hanno deciso di fermarsi al minuto 24 per rendere omaggio a Kobe Bryant, il leggendario campione di basket morto ieri in un tragico incidente in elicottero insieme alla figlia Gianna. Cori dei tifosi, e striscioni per l'indimenticabile stella americana, che ha mosso i primi passi della sua carriera proprio a Reggio Emilia, città che gli dedicherà una piazza.

Reggiana-Sudtirol, stop al 24′ in memoria di Kobe Bryant

Reggiana e Sudtirol rendono omaggio e Kobe Bryant. Le due squadre si sono affrontate questa sera al Mapei Stadium, per il campionato di Serie C, e al 24′ hanno deciso di fermarsi per un minuto. 24 come uno dei numeri di maglia indossati nella sua eccezionale carriera dal leggendario cestista deceduto ieri in un tragico incidente in elicottero. Un momento molto toccante con i calciatori che hanno applaudito in campo, insieme ai tifosi onorando la memoria di Black Mamba che ha lasciato un segno indelebile nella città emiliana.

Cori e striscioni dei tifosi della Reggiana per Kobe Bryant

Emozioni a non finire dunque al Mapei Stadium, con i tifosi della Reggiana che hanno riservato cori e striscioni nei confronti di Kobe Bryant e di sua figlia Gianna. "Kobe e Gianna, la vostra Reggio non vi dimenticherà mai" e "Ciao Kobe" cuore reggiano. Un modo per ricordare un campione che ha avuto un feeling importante con l'Italia e con la città emiliana. "Black Mamba" infatti è cresciuto sportivamente proprio a Reggio Emilia, seguendo le orme del papà che giocava nella squadra di casa. Un rapporto speciale a cui spesso e volentieri ha fatto riferimento nella sua impressionante carriera ricca di soddisfazioni e successi. E Reggio non l'ha mai dimenticato.

(in aggiornamento)