Non c'è pace per Kovacic al Real Madrid. Il debutto in Champions League, con una straripante vittoria interna davanti al proprio pubblico del Bernabeu, sarà ricordata per l'ex centrocampista dell'Inter per ben altri motivi. E' infatti durata solamente 25 minuti la prestazione del centrocampista croato che è uscito dal campo infortunatosi e in lacrime. Dopo aver effettuato gli esami strumentali il giocatore ha scoperto di aver subito una parziale rottura del tendine muscolare dell'adduttore della gamba destra. Il croato starà fuori per due mesi.

La Champions, le lacrime.

Mateo Kovacic fatica ancora una volta a trovare spazio e minuti nel Real Madrid anche quando Zinedine Zidane decide di affidargli una maglia.  La Champions League per il centrocampista della Croazia è infatti iniziata nel peggiore dei modi: l'ex Inter è uscito in lacrime dal campo dopo soli 25 minuti di gioco a causa di un infortunio che fin da subito ha preoccupato lo staff medico.

Stop di 2 mesi per Kovacic.

I controlli sono stati immediati e sin dalla prima analisi si era capito che il problema muscolare era serio. Al suo posto, in campo, è subentrato il centrocampista tedesco Toni Kroos e il Real ha proseguito senza alcun problemi la sua marcia verso il successo all'esordio in Champions League dove da due anni difende il titolo. L'esito degli esami non è stato quello che speravano in casa Real. Perché è stata diagnosticata una parziale rottura del tendine muscolare dell'adduttore della gamba destra.

Tabù ‘blanco', mai protagonista.

Per Kovacic adesso è iniziata la lunga attesa. Si stanno svolgendo gli esami diagnostici per chiarire l'entità del problema e valutare i tempi di recupero del giocatore. Per l'ex Inter l'ennesimo stop in una carriera madridista che non riesce mai a decollare. Prima escluso dalle scelte tecniche degli allenatori, ora fermato dagli infortuni per il 23enne che oramai è alla sua terza stagione con i colori del Real Madrid.