C'è un nuovo fenomeno a Lione, il suo nome è Rayan Cherki. Questo giovane centrocampista di 16 anni è diventato l'eroe nella serata di sabato e ha permesso all'OL di qualificarsi per gli ottavi di finale della Coupe de France grazie ad una doppietta e a due assist per le altre due reti, rispettivamente a Martin Terrier e Moussa Dembélé, in casa del Nantes. Renaud Emond, Imran Louza e Moses Simon hanno trovato il gol per i padroni di casa, dando vita ad un match accesissimo fino alla fine, ma la squadra di Rudi Garcia è riuscita a vincere allo stade de la Beaujoire.

In meno di dieci minuti Cherki ha realizzato la sua personale doppietta (2′ e 9′) a al 37′ il nuovo gioiello dell'OL ha permesso a Terrier di realizzare la terza rete con un assist delizioso. La ripresa si è aperta come si era chiusa la prima frazione e al 69′ Cherki ha servito un pallone in profondità per Dembélé, che poco prima aveva sbagliato un calcio di rigore che lo stesso centrocampista classe 2003 si era procurato. In quella che è stata la sua seconda partita da titolare con la squadra di Rudi Garcia, Cherki è stato un vero e proprio diavolo e ha messo in difficoltà la difesa del Nantes ad ogni proiezione offensiva. Brutta serata per l'ex difensore della Sampdoria, Joachim Andersen, che con due errori ha messo in difficoltà tutto il reparto e il Lione ha dovuto soffrire fino alla fine.

Cherki ha stupito tutti, Terrier: Maturità straordinaria per la sua età

Il talentuoso centrocampista offensivo dell'OL ha stregato tutti: veloce, tecnico, imprevedibile e bravo con entrambi i piedi; Rayan Cherki ha già tutto quello di cui ha bisogno. L'allenatore di Nantes, Christian Gourcuff, che non lo aveva mai visto, ha dichiarato di essere "stupito" e anche i suoi compagni di squadra sono rimasti colpiti dalla sua precocità. L'attaccante dell'OL, Martin Terrier, è convinto che farà molta strada: "Ha una maturità straordinaria per la sua età. Deve tenere la testa sulle spalle, ma penso che intorno a lui ha tutto ciò di cui ha bisogno".