Esiste davvero questa offerta di circa 600 milioni di euro per acquistare il pacchetto di maggioranza del Napoli? C'è davvero una trattativa tra lo sceicco Al-Thani, già proprietario del Paris Saint-Germain e fondatore della Qatar Investment? E, soprattutto, il presidente Aurelio De Laurentiis è realmente intenzionato a cedere il club che ha rilevato quindici anni fa dopo il fallimento fino a portarlo tra i primi venti d'Europa? Domande alle quali il massimo dirigente dei partenopei non ha risposto ufficialmente sia perché non ha mai detto di volersi privare della società sia perché attualmente negli Stati Uniti (a Los Angeles) per impegni cinematografici.

Vero o falso? Si attende De Laurentiis. Farà ritorno in Italia tra una decina di giorni e solo allora si potrà avere un quadro molto più chiaro della situazione, per adesso le notizie che filtrano non lasciano trapelare l'intenzione da parte del patron di spingersi un po' più oltre nei contatti con il potenziale acquirente. E se quanto accaduto nelle ultime settimane, dall'ammutinamento dei calciatori fino alle polemiche durissime che hanno investito lui stesso e squadra, lascia supporre una cosa del genere si resta solo nel campo delle ipotesi.

Quanto vale il Napoli? Una somma sicuramente superiore rispetto alla cifra che il tabloid Daily Mail ha indicato quale offerta da parte dello sceicco Al-Thani: 800 milioni di euro, comprensiva del valore attuale della rosa (653.3 milioni di euro, secondo le indicazioni di Transfermarkt – con Koulibaly, Fabian Ruiz e Insigne tra i pezzi pregiati) oltre a una liquidità di cassa che ammonta a circa 150 milioni. Altro fattore da considerare, il Napoli non è gravato da particolari debiti né ha urgenze economiche dettate da parametri di rientro della Uefa. In materia di Fair Play finanziario può essere considerato uno dei club virtuosi in Europa e più ancora in Italia.

Cessione o partnership economica? Le voci sui rapporti tra il Napoli e la Qatar Investment non sono nuove. Nei mesi scorsi è stato lo stesso De Laurentiis a tracciare il solco per chiudere accordi di sponsorizzazione con il colosso che fa capo alla famiglia quatariota. Se ne parlò anche a gennaio scorso quando c'era in ballo il trasferimento di Allan al Psg e se ne riparlerà nelle prossime settimane con la possibilità che da questa sorta di collaborazione scaturisca anche una trattativa più importante, articolata per la cessione del Napoli.