Come Minala. Avesse giocato in Italia l'accostamento di Renato Sanches all'ex calciatore della Lazio, venuto alla ribalta anche per l'incredibile disparità tra carta d'identità e tratti somatici, sarebbe stato immediato. Lui dopo Luciano del Chievo. Lui dopo Radamel Falcao, considerato che anche sul colombiano sono state sollevate perplessità. E già perché, come accaduto per i suoi ‘illustri' colleghi, pure l'età della stellina portoghese è stata messa in discussione. Altro che 18 anni, in Spagna sono convinti che il talento volato dal Benfica a Monaco di Baviera per circa 80 milioni (35 subito, 45 legati ai bonus) in realtà sia maggiorenne già da un po'… e che di anni ne conti 23/24. Insomma, giovane sì ma senza esagerare.

in foto: Renato Sanches, dalla Spagna hanno sollevato dubbi sulla sua età effettiva

A sollevare i dubbi era stato un articolo pubblicato sul quotidiano sportivo iberico, ‘As', che aveva riportato una dichiarazione di Guy Roux, storico allenatore del calcio francese, rilasciata a un programma televisivo Dolce Sport: "Sanches ha diciotto anni? – ammette con scetticismo il tecnico, come riporta calciomercato.com -. La sua data di nascita è stata dichiarata anni dopo, quindi non credo sia stata indicata corretto all'anagrafe. Anzi, posso assicurare che abbia 23, massimo 24 anni". In base alla documentazione fornita al Bayern Sanches  è nato il 18 agosto 1997. Secondo la tesi riportata da As, invece, il calciatore (originario di Capoverde) sarebbe stato registrato all'anagrafe di Lisbona solo cinque anni dopo a causa della separazione dei suoi genitori.

In un video trovato in Rete da calciomercato.com sembra, però, il contrario: ovvero che l'età di Sanches sia reale, considerato che – come si apprende dalle immagini -, fin da bambino, sia per struttura fisica e sia per l'altezza, la sua fisionomia non era poi così diversa rispetto ai coetanei che militavano nelle giovanili del Benfica.