Per la prossima gara di valida per le Qualificazioni Euro2020, le forze dell'ordine britanniche hanno chiesto alla Uefa di non giocare il venerdì, giorno troppo vicino al weekend e che permetterebbe a molti tifosi della Nazionale dei Tre Leoni di raggiungere la vicina Praga creando possibili disordini. La richiesta, accolta dalla federcalcio anglosassone è di spostare il match durante un giorno qualsiasi della settimana per arginare il flusso di tifosi verso la Repubblica Ceca. Eppure l'Uefa ha detto no.

Tutto è nato in base ai controlli effettuati dalle forze dell'ordine britanniche. Il  The Guardian ha infatti rivelato come i servizi di sicurezza inglesi abbiano contattato la Uefa per sollecitare un cambio di data del match, ricevendo il benestare della propria federcalcio. Il motivo è di ordine pubblico, per evitare tafferugli e una invasione dei tifosi più caldi, gli hooligans che approfitterebbero del weekend (e della gara al venerdì) per soggiornare a Praga.

Le dichiarazioni delle forze dell'ordine

L'Uefa non ha avvallato la richiesta e Repubblica Ceca- Inghilterra non subirà ritardi o nuovi orari. Il match si disputerà regolarmente anche se le forze dell'ordine non sono convinte: "È difficile discutere quando hai a che fare con la Uefa e, in particolare, quando giochi in trasferta. Penso che sia un peccato, perché a volte puoi prevedere il rischio"

Il ‘no' dell'UEFA

L'organizzazione massima del calcio europeo ha preferito ignorare al momento la richiesta, limitandosi a etichettare l'incontro come "ad alto rischio". Ciò ha portato la conseguenza ad obbligare la polizia ceca a un dispiego di energie maggiore rispetto al solito per garantire la sicurezza all'interno della Capitale in vista del match valido per le qualificazioni europee. Così la partita si disputerà venerdì sera e la tensione è già altissima nella speranza che abbia avuto ragione l'Uefa e che le misure preventive adottate siano sufficiente deterrente per chi volesse approfittare del match per creare disordini.