Straordinario spettacolo ad Amburgo tra Germania e Olanda per il turno di qualificazione a Euro2020. Con gli Orange di Koeman che avevano il compito di riscattare il 3-2 subito ad Amsterdam e che sono riusciti nell'impresa ribaltando la Germania 4-2 con una gara in crescendo che ha confermato per l'ennesima volta le qualità dei ragazzi olandesi. Per i tedeschi, ancora vetta del girone ma una sconfitta – nella testa e nel gioco – che fa male.

Più Germania a inizio match

L'Olanda parte peggio della Germania, inizia contratta, il gioco arriva a sprazzi e soprattutto sembra subire la gestione e il ritmo dei tedeschi che governano il match e imbrigliano il talento olandese in mediana. Il vantaggio tedesco arriva non a caso dopo pochi minuti, con Gnabry al 9’, rete che permette alla Germania di chiudere il primo tempo in vantaggio.

Ribaltone Olanda: Wijnaldum straordinario

Ma nella ripresa succede di tutto con l'Olanda che si riprende il campo, il match e la vittoria. Prima è il neo azulgrana De Jong a pareggiare al 59’, poi la goffa autorete di Tah al 66’ ribalta tutto con l'Olanda in vantaggio. Ma c'è lo zampino del regolamento sul rigore che Kroos al 73’ porta la Germania sul 2-2: de Ligt tocca fortuitamente di mano nella propria area. Ma l'Olanda non si scompone e Koemann vede i suoi risorgere ancora: prima con Malen al 79’ e poi con uno straordinario Wijnaldum al 91’.

Le altre gare: Belgio e Austria show

Belgio gruppo I torna in vetta davanti alla Russia che vince contro la Scozia. Merito del successo ottenuto su San Marino (3-0) dove è andato a segno anche il ‘napoletano' Mertens, contemporaneamente alla vittoria russa (1-2) in terra scozzese mentre Cipro e Kazakistan impattano 1-1. Nel Gruppo G colpo a vuoto della Polonia che resta in vetta alla classifica ma sempre a quota 12 perdendo di misura (2-0) in Slovenia, Nello stesso girone, Austria-show con sei reti (6-0) rifilate alla Lettonia, confermando di essere l'unica alternativa reale alla Polonia.

Croazia in goleada, Bale salva il Galles

Nel Gruppo E, la Croazia raggiunge in vetta l'Ungheria: 4-0 alla Slovacchia, in trasferta dove alla festa del gol partecipa anche l'ex Inter Perisic, mentre il Galles si sbarazza non senza fatica dell'Arzebaijan solo al 90′ (2-1) grazie alla rete decisiva di Bale. Nel Gruppo C, quello di Olanda e Germania, Estonia e Bielorussia ultime in classifica si danno battaglia con il successo degli ospiti (2-1)