A Milano non sentono la sua mancanza, a Parigi invece non vedono l'ora di vederlo in campo. A distanza di giorni dalla sua prima con il Paris Saint-Germain, Mauro Icardi continua a far discutere e a dividere i tifosi. Tra coloro che lo hanno accolto con un sorriso e che aspettano con impazienza il suo esordio al Parco dei Principi c'è anche il numero uno del club campione di Francia: Nasser Al-Khelaifi.

Raggiunto a margine dell’Assemblea generale dell’ECA che si è tenuta nelle scorse ore a Ginevra, il presidente del PSG ha così commentato lo sbarco dell'ex attaccante dell'Inter: "È veramente un grande attaccante e siamo contenti di averlo –  ha spiegato Al-Khelaifi – I suoi numeri in Serie A dimostrano che è forte e puntiamo su di lui. Volete sapere se lo acquisteremo a fine stagione? Vedremo".

Icardi e il possibile esordio in Champions

Dopo le visite mediche, la firma e le prime interviste di rito, Mauro Icardi è ora impegnato nel recuperare il terreno perduto e soprattutto la miglior condizione fisica. Sarà difficilmente in campo per la quinta giornata di Ligue 1, che mette di fronte Cavani e compagni allo Strasburgo nel prossimo weekend. Più verosimile, invece, un ingresso in campo di Icardi nella prima partita del girone di Champions League dei parigini.

Mercoledì 18 settembre arriverà al Parco dei Principi il Real Madrid di Zinedine Zidane, e per quel big match Mauro Icardi vorrebbe infatti farsi trovare pronto. Debuttare nel Paris Saint-Germain, magari con una rete in Eurovisione rifilata ai Blancos, sarebbe il miglior biglietto da visita da presentare non solo ai tifosi parigini ma anche allo stesso presidente: chiamato nella prossima estate a decidere il futuro dell'attaccante argentino. Un gol all'esordio con la sua nuova maglia in Champions League, avrebbe inoltre per Maurito un sapore particolare dopo tutto ciò che è successo negli ultimi mesi a Milano.